La mafia nel tennis”. E’ questo il titolo che Marca, il quotidiano sportivo spagnolo più autorevole, ha scelto per descrivere lo scandalo che ha scosso il paese e questo sport che torna prepotentemente sulla lente d’ingrandimento per le scommesse. Stando a Marca la ITF (Federazione Internazionale Tennis) starebbe indagando da mesi per scardinare la rete di scommettitori online in grado di condizionare le partite di tornei del circuito 10.000, Challenger e Future. Corruzione, minacce e fiumi di denaro in cambio di vittorie o sconfitte nei singoli game di un match.

Il bug che agevola le scommesse

Per iniziare a raccontare gli stratagemmi adottati per truccare le partite di tennis Marca riporta un episodio capitato durante un match del torneo WTA di Valdebernardo a Madrid dove uno spettatore sugli spalti ha provato a corrompere una delle giocatrici in campo urlando di essere pronto ad offrire 5.000 euro per perdere un turno di servizio. Di proposte indecenti di questo tipo ce ne sarebbero a bizzeffe in ogni match da parte di un gruppo sempre più fitto di spettatori “armati” di smartphone ed interessati a puntare in real time sull’esito della partita in corso e ad arricchirsi sfruttando un bug nel sistema in grado di consentire scommesse sicure a chi è presente su un campo di gioco e possiede un conto su un circuito di bookmakers online.
Tennis
La FIT radia Bracciali e Starace per scommesse
06/08/2015 A 21:10
La Federazione internazionale, infatti, impone ai giudici di sedia che dirigono i match di trasmettere l’esito di ogni scambio al sito web Livescore, la fonte che la stragrande maggioranza di siti web utilizzano per le puntate in diretta. Tra il momento in cui il giudice di sedia annuncia il punto e il momento in cui appare il risultato in Livescore però trascorre un lasso di tempo di 20-30 secondi che permette agli spettatori presenti sugli spalti di scommettere sull'esito di un punto o di un game in realtà già concluso. Un trucchetto legale che si starebbe diffondendo a macchia d’olio in tutto il circuito e che sta minando la credibilità di uno sport che per il momento non ha anticorpi per contrastare i criminali che vogliono guadagnare soldi facili con mezzi disonesti.
LEGGI: Ecco come è facile truccare una partita di tennis...
Australian Open
Tsitsipas: "Berrettini serve meglio di Sinner, ma ha meno sangue freddo"
7 ORE FA
Australian Open
Tennis 360, Ep.8: Italia e un record da 50 anni. Cornet, non è mai troppo tardi
10 ORE FA