Lorenzo Musetti fa il suo ingresso nel tabellone principale degli Internazionali d’Italia 2020. Sul campo 2 del Foro Italico di Roma, arriva per lui, nella sfida dei diciottenni contro Giulio Zeppieri, battuto per 6-1 5-7 6-3, la prima esperienza in un tabellone principale di un Masters 1000, dopo aver già vissuto quella in un ATP 500 sempre partendo dal tabellone cadetto. Un’ora e 54 minuti la durata dell’incontro, in cui il ragazzo di Carrara ha saputo vincere nonostante una minor percentuale di prime complessiva. Diventano così otto gli azzurri nel main draw, in attesa di scoprire se Marco Cecchinato porterà a nove questo computo.

Internazionali d’Italia
Djokovic è re di Roma per la 5ª volta! Schwartzman si arrende in due set
21/09/2020 A 17:05

Il primo set, nella sostanza, dura un unico game. quello più lungo dell’intero incontro. Zeppieri ha tre chance per il break immediato, che svaniscono tutte, ed è da lì che comincia l’assolo di Musetti: in una ventina di minuti il 5-0 arriva con grande rapidità per il promettente carrarese di fronte al tennisticamente diverso, ma certo non meno talentuoso, pontino, dal quale è diviso da tre soli mesi di età e al quale è legato da valida amicizia. Il 6-1 si concretizza in 29 minuti.

Più lottato il secondo parziale, in cui, per la verità, i due per la maggior parte del tempo tendono a tenere la battuta in maniera molto costante. Il ragazzo di Carrara strappa la battuta al suo coetaneo nel settimo gioco, a 30, ma quando serve per il match constata (e, per lui, non è una novità) che Zeppieri è, e rimane, uno che non molla mai: arrivano quattro suoi giochi consecutivi e il 7-5 a favore del classe 2001 (per pochi giorni) che forza l’ingresso nel terzo set.

Il periodo positivo di Zeppieri e un po’ meno positivo di Musetti continua, perché è il pontino a strappare per primo la battuta al suo avversario odierno, salendo sull’1-3. Il toscano reagisce d’orgoglio e di talento, risalendo sul 3-3, ha tre chance per salire 4-3 e servizio e, alla fine, è proprio la terza a rivelarsi quella buona. 10 degli ultimi 11 punti vanno all’ex vincitore degli Australian Open junior, che così porta a casa sia il 6-3 che la qualificazione.

Questi ora gli avversari che potrebbero toccargli in sorte: Salvatore Caruso, il britannico Kyle Edmund, lo svizzero Stan Wawrinka, l’australiano Alex de Minaur, il tedesco Jan-Lennard Struff, l’americano Sam Querrey, l’australiano John Millman, il russo Andrey Rublev, il serbo Dusan Lajovic. Visti i nove posti disponibili, c’è anche spazio per un lucky loser, oltre agli otto qualificati.

federico.rossini@oasport.it

Australian Open: Griekspoor-Musetti 6-4 7-6(8), gli highlights

Internazionali d’Italia
Simona Halep trionfa a Roma: Pliskova si ritira in finale
21/09/2020 A 14:38
Internazionali d’Italia
Capolavoro Schwartzman: battuto Shapovalov, finale con Djokovic
20/09/2020 A 21:28