Jannik Sinner ha ottenuto la sua prima vittoria nel 2021, superando all’esordio nel torneo ATP Melbourne 1 l’australiano Aleksandar Vukic per 6-2 6-4. Un buon match quello dell’altoatesino, anche se per il 19enne di San Candido è sembrato meno facile del previsto come dimostrano le sue parole a Ubitennis al termine del match: “Ho fatto un po’ fatica in risposta all’inizio, ma niente di più. Il mio avversario oggi spingeva tanto di diritto, di rovescio era solido, serviva abbastanza bene, per cui è stata una partita meno facile di quanto potesse sembrare”.

Sinner ko contro Djokovic (e Krajinovic): il meglio in 2 minuti

Continua l’intervista di Sinner che parla di questo suo inizio di stagione in vista dell’Australian Open: “L’obiettivo principale per me era venire qui e allenarmi due settimane con Nadal, imparare a conoscere lui e il suo team e sono molto contento di come ho lavorato con lui. È stato molto duro per chi è dovuto rimanere in camera per 14 giorni, ma capisco gli australiani, perché in questo momento il tennis non è la cosa più importante. Ciò che è importante è la salute, stare bene”.
ATP, Great Ocean Road Open
Sinner vince il 2° ATP 250! Il meglio del successo su Travaglia
07/02/2021 A 10:30
Jannik ha raccontato anche al direttore di Ubitennis delle differenze tra la bolla di Adelaide e quella di Melbourne, che hanno scatenato numerose polemiche tra i giocatori: “La differenza principale tra Adelaide e Melbourne era che l’albergo aveva sei piani, ogni piano ospitava un gruppo, ed io e il mio team eravamo nel gruppo di Nadal. Durante la permanenza in albergo era possibile incontrarsi, cosa che invece non succedeva a Melbourne, quindi magari si poteva parlare con il coach o farsi fare un trattamento dal fisio. Per gli allenamenti, eravamo controllati in maniera molto stretta, non sono mai riuscito nemmeno a vedere gli altri gruppi che stavano nello stesso albergo, facevano molta attenzione che non venissimo mai a contatto, anche durante gli allenamenti che si tenevano nello stesso luogo nel quale si è disputata l’esibizione“. Nel secondo turno dell’ATP Melbourne 1 Sinner se la vedrà con lo sloveno Aljaz Bedene: “Non so molto di lui. So solo che ci ho giocato due volte e ci ho perso due volte. Questo lo so”.

Sinner, il campione italiano più giovane: tutti i suoi record

ATP, Great Ocean Road Open
Sinner come Nadal e Djokovic: 2 titoli prima dei 19 anni e mezzo
07/02/2021 A 10:22
ATP, Great Ocean Road Open
Sinner batte Travaglia e vince il suo secondo ATP 250
07/02/2021 A 06:55