Minacce e insulti arrivati attraverso i social dagli scommettitori: è stato un fine settimana terribile per Alessandro Giannessi dopo la sconfitta sofferta in finale al Challenger di Francavilla contro il portoghese Pedro Sousa in due set, con il punteggio di 6-3 7-6 in un'ora e 45 minuti di partita.
Sulla carta, sarebbe stato un match fattibile per Giannessi, considerando che Sousa è classificato un centinaio di posizioni più indietro nel ranking ATP, ma il ko ha sollevato una serie lunghissima di minacce da parte degli scommettitori che hanno visto sfumare le loro puntate. Dura la replica del tennista ligure, 26 anni, che ha ribattuto attraverso la propria pagina Facebook.
Dopo una bellissima settimana dove sono giunto in finale, e sottolineo in finale, è davvero triste e ingiusto ricevere le ennesime minacce e insulti per aver perso. Penso che il limite si stia superando, perché noi tennisti facciamo tanti sacrifici, e per lo meno per quanto mi riguarda cerco sempre di dare il 100% e di impegnarmi. Nello sport si può vincere e si può perdere, ma di sicuro quelli che stanno perdendo nella vita siete voi che ci insultate ogni singolo giorno. Non è mai stato nel mio stile scrivere queste cose, ma è arrivato il momento di dire basta a questa triste realtà.
Roland Garros
Sfiora l'impresa Giannessi: Nishikori vince al 5° set dopo 4 ore
30/05/2021 ALLE 16:58

Il precedente di Stefano Napolitano

Alessandro Giannessi non è stato l'unico tennista italiano a ricevere minacce dopo aver perso una partita di recente: due mesi fa era accaduto lo stesso a Stefano Napolitano, colpito da insulti e minacce di morte sui social per il ko nel Challenger di Quimper con il russo Aslan Karatsev, un match in cui era stato dato per favorito.

Da Serena Williams a Rafa Nadal: i 10 drop shot più belli degli ultimi Slam

Roland Garros
Cecchinato, Marcora e Giustino al turno finale delle qualificazioni
23/09/2020 ALLE 15:56
Australian Open
Australian Open, si parte: qualificazioni da record, 20 italiani in tabellone
07/01/2019 ALLE 18:30