Vendetta, tremenda vendetta 31 giorni dopo. Novak Djokovic ottiene la decima semifinale a Parigi e la 38esima in uno Slam dopo un primo set - il primo perso nel suo torneo - in cui aveva rivisto le streghe di New York. Non a caso di fronte c'era l'avversario di Flushing Meadows, l'unico che complice la squalifica era stato in grado di piegarlo in questo anno di dominio, con 36 vittorie del Djoker su 37 incontri.

Carreno lotta, Djokovic vince: gli highlights in 180 secondi

Roland Garros
Tsitsipas si prende la rivincita su Rublev: è in semifinale
07/10/2020 A 15:51

Per un'ora e mezza il numero 1 del mondo è irriconoscibile. Il serbo si presenta in campo con un nastro terapeutico sul collo e stringe il braccio sinistro con una fasciatura durante il primo cambio di campo, prima di allentarla due game dopo. La conseguenza è un servizio che non funziona con una percentuale di prime intorno al 25% in meno rispetto alla sua media nel torneo: un 40% di prime palle in campo che c'entra ben poco con Djokovic e che spiana la strada al 6-4 a favore di Carreno in 48 minuti.

Vai col liscio! Carreno manca incredibilmente la pallina

Il problema sembra simile a quello che gli era costato il ritiro contro Wawrinka agli US Open 2019, ma Djokovic trae beneficio da un trattamento al braccio tra primo e secondo parziale e nel terzo gioco c'è la svolta: sul 15-40 il serbo si limita ad appoggiare uno smash frenato dal dolore ma lo spagnolo fallisce un comodo passante. Nello stesso game, Carreno liscia la palla e il suo treno passa. Da quel momento, infatti, il Djoker cresce di minuto in minuto, alza il suo livello di gioco e accantona un body language fin lì molto negativo.

Djokovic, smorzata e svolta nel match con Carreno

Nel terzo set, il numero 1 del mondo cerca di scappare via con un'incisività maggiore e un apporto prezioso ottenuto perfino dalla smorzata, suo cruccio in questa edizione parigina. Carreno è ammirevole, recupera dall'1-3 al 3-3 e non concretizza la palla-break del sorpasso. Non mancano i rimpianti allo spagnolo che, dopo un turno clamoroso in risposta di Djokovic (quello del 5-3), vede scappare via il secondo parziale consecutivo che l'ha visto sprecare due palle-break in avvio per poi essere puntualmente punito.

Djokovic fenomenale! Passante in spaccata, Carreno applaude

Carreno Busta regge fino al 3-3 del quarto set con uno spirito mai domo in difesa, ma il settimo game è letale e Djokovic piazza la zampata sventando l'ultima minaccia di contro-break nell'ottavo. Il solito serbo, superiore sulle palle-break (6 su 13 trasformate contro la metà del suo avversario) anche in una giornata negativa e in grado di estrarre dal cilindro colpi spettacolari, chiude 4-6 6-2 6-3 6-4 in 3 ore e 10 minuti e dà appuntamento venerdì in semifinale a Stefanos Tsitsipas. Se il Djoker saprà imporre il suo ritmo infernale alla partita, il greco dovrà aggrapparsi agli dei dell'Olimpo.

US Open
Clamoroso! Djokovic squalificato per una pallata alla giudice di linea
06/09/2020 A 20:11
ATP, Vienna
Djokovic vince il derby con Krajinovic e "vede" Sampras
18 ORE FA