L’edizione del 2020 ha visto un cambiamento storico, con la disputa nel mese di ottobre (e l’accesso sui campi previsto solamente per 1000 spettatori al giorno), ovviamente a causa della pandemia che in primavera era appena esplosa. Il Roland Garros ora però vuol tornare alla normalità, nei limiti del possibile, visto che il Covid 19 continua a imperversare. Oggi la nuova direttrice generale dell’organizzazione, Amélie Oudéa-Castéra, ha espresso le sue opinioni sul torneo transalpino, secondo Grand Slam stagionale per il tennis, come riportato dall’ANSA: "La nostra volontà è di potere, tenendo conto delle decisioni del governo e con l’applicazione estremamente ambiziosa e rigorosa di un protocollo sanitario molto ben studiato, organizzare il torneo alle date previste e con il più elevato numero di spettatori, con la riserva di quello che ci sarà consentito fare dalle autorità". Il torneo è previsto dal 17 maggio al 6 giugno: l'obiettivo sarà dunque "massimizzare il tetto" di pubblico possibile.

Nadal da ridere: eccolo nel 2050 dopo il 38° Roland Garros

Tennis
Nadal: "Vincere 13 Roland Garros è una follia"
28/10/2020 A 10:55
Roland Garros
Le pagelle del Roland Garros 2020
12/10/2020 A 07:36
Roland Garros
Mannarino, due tweener in un solo punto contro Bedene
01/06/2021 A 16:26