Fra le principali notizie che hanno animato la vigilia del Roland Garros c'è la ferma rinuncia di Naomi Osaka alle interviste obbligatorie dei media. Sono seguite mediazioni fra gli organizzatori del torneo e lo staff della seconda testa di serie, ma vane almeno fino a oggi, con la Osaka già vittoriosa al primo turno contro la romena Tig (6-4 7-6 nel primo match del torneo sul Philippe Chatrier, 15° successo consecutivo negli Slam dopo aver vinto US Open e Australian Open) e non pervenuta in conferenza stampa.
Così il Roland Garros referee ha inflitto a Naomi Osaka una multa di 15.000 dollari, conforme all'articolo III H. del Codice di condotta, a cui ha fatto seguito una nota stampa congiunta del Grand Slam (Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e US Open) con i rischi che ora corre la tennista giapponese:
Un elemento centrale del regolamento del Grande Slam è la responsabilità dei giocatori di impegnarsi con i media, qualunque sia il risultato della loro partita: una responsabilità che i giocatori s'assumono per il bene dello sport, dei fan e per loro stessi. Queste interazioni permettono sia ai giocatori che ai media di condividere la loro prospettiva e ai tennisti di raccontare le loro sfide sportive come contributo importante per lo sviluppo e la crescita del nostro sport e la fiducia degli appassionati.
US Open
Fernandez: "Ero convinta di vincere prima di entrare in campo"
04/09/2021 A 04:41
Abbiamo avvisato Naomi Osaka che se dovesse continuare a ignorare i suoi obblighi mediatici durante il torneo, si esporrebbe a possibili ulteriori conseguenze di violazione del Codice di condotta. Come ci si potrebbe aspettare, le violazioni ripetute attirano sanzioni più severe, tra cui l'esclusione dal torneo (articolo III T del Codice di condotta) e l'avvio di un'indagine per grave infrazione, che potrebbe portare a multe più consistenti e a future sospensioni del Grande Slam (articolo IV A.3 del Codice di condotta).

Eurosport Cube, Wilander: "Osaka? Le conferenze bisogna farle"

Vogliamo sottolineare che le regole sono in atto per garantire che tutti i giocatori siano trattati esattamente allo stesso modo, a prescindere dalla loro risonanza, convinzioni o risultati. Come sport non c'è niente di più importante che assicurarsi che nessun giocatore tragga vantaggio su un altro e questo è un caso specifico, perché un giocatore si sta rifiutando di dedicare del tempo ai suoi impegni con i media, diversamente da tutti gli altri partecipanti al torneo.
Tutti gli Slam s'impegnano costantemente a rivedere e discutere le opportunità, insieme ai Tour e ai giocatori, per migliorare ogni aspetto dell'esperienza dei partecipanti anche con i media, ma riteniamo che questo si possa ottenere solo attraverso discussioni rispettose e costruttive. Perché il benessere anche mentale dei giocatori che competono nei nostri tornei e nei Tour è della massima importanza per il Grand Slam.
Regolamento permettendo, Naomi Osaka disputerà il suo match di secondo turno contro un'altra romena, la ventottenne Ana Bogdan, che ha sconfitto all'esordio la nostra Elisabetta Cocciaretto.

Buona la prima per Osaka: Tig sconfitta al tie-break, highlights

US Open
Osaka shock, eliminata dalla n° 73: "Mi prendo una pausa"
04/09/2021 A 04:20
US Open
US Open, i pronostici di Eurosport: Djokovic e Barty in pole
29/08/2021 A 07:46