Zverev-Davidovich Fokina, match valido per l’accesso alle semifinali del Roland Garros, si è concluso 6-4 6-1 6-1 in favore del tedesco.
Al ciglio di una parte bassa di tabellone che ci ha offerto ben poche partite scontate, Sascha Zverev ha impiegato un solo set per disinnescare le ambizioni del mattatore di questa edizione: Alejandro Davidovich Fokina, l’uomo delle lunghe distanze, si è presentato a questo quarto di finale con già 10 ore di tennis nelle gambe, ha cercato di competere per i primi 50 minuti ma alla fine ha dovuto inchinarsi alla gerarchica legge del ranking.

Davidovich, che rischio! Scaglia la racchetta oltre i cartelloni

Roland Garros
Tsitsipas fa e disfa, ma alla fine vince: prima finale slam
11/06/2021 A 12:19
Davidovich Fokina esce bene dai blocchi, piazzando tre punti consecutivi e aggiudicandosi subito il break al primo game. Si apre un caotico braccio di ferro: la potenza fisica di Zverev contro l’esplosività mista a follia creativa di Davidovich Fokina. Zverev carbura in un fazzoletto di pochi game, e trova la giusta confidenza per scendere a rete con maggior prepotenza; lo spagnolo legge bene le palle corte del tedesco e gli risponde in anticipo, ma una serie di errori gratuiti affossano la sua partenza: Zverev inoltre, comincia a testare il fitness del 22enne spagnolo invitandolo a rispondere in profondità. 6-4 il risultato del primo parziale, con i due tennisti che riescono a confermare solamente tre turni di battuta in totale.

Zverev al giudice di sedia: "Come fai a dire che è buona???"

Nel secondo set è il tedesco a smorzare la carambola impazzita di break e contro-break, allungando al quarto game e confermando il vantaggio nel suo turno di battuta. Dal 4-1 in poi, lo spagnolo comincia ad accusare un filone inevitabile di fattori: l’acido lattico comincia a fare il suo effetto, dopo i 14 set accumulati nelle ultime 3 gare. Inoltre le lunghe leve di Zverev lo costringono a lavorare il doppio e a fargli soffrire la quarantina di posizioni di distacco nel ranking. Dopo aver lavorato lo spagnolo ai fianchi nel primo set, il tedesco lo manda in cortocircuito in 22 minuti di secondo parziale. Manca lucidità a Davidovich-Fokina, e Zverev capitalizza sulla freschezza delle gambe. 6-1 il risultato che chiude il set.
Il tennis di Davidovich Fokina continua a vacillare vistosamente anche in avvio di terzo set. Il servizio di Zverev gli provoca troppo affanno, e la lucidità mentale per gestire lo stress se ne è andata assieme alle 10 ore di gioco precedenti questo appuntamento. Lo spagnolo incassa subito un break in apertura e da lì può solo subire il ritmo da rullo compressore imposto dal tedesco. Zverev lo inchioda più volte con dei dritti lungolinea magistrali e lo condanna ad alzare bandiera bianca dopo un’ora e 36 minuti di match.
Strada in discesa per Sascha, che ora attende il vincente dell'incontro serale tra Stefanos Tsitsipas e Daniil Medvedev.

Zverev-Nishikori in 200 secondi: tutto troppo facile per Sascha

Roland Garros
Zverev sul velluto: Nishikori demolito, quarti con Davidovich
06/06/2021 A 21:09
Roland Garros
Zverev si spaventa, ma rimedia al quinto set: gli highlights
30/05/2021 A 19:49