Un buon allenamento. Questo è stato per Novak Djokovic l'incontro di secondo turno del Roland Garros 2021 contro l'uruguaiano Pablo Cuevas, sconfitto per 6-3 6-2 6-4 in 2 ore e 8 minuti di gioco sul Suzanne-Lenglen. Un match giocato in terza marcia quasi nella sua interezza da parte del serbo, che nonostante i lampi d'orgoglio del suo avversario - soprattutto nel terzo set - raramente ha dovuto alzare i giri del motore oltre la soglia di sicurezza. Il numero 1 del mondo festeggia così la sua partita numero 350 negli Slam, mentre il suo prossimo avversario sarà il lituano Ricardas Berankis.

Djokovic, dritto lungolinea che pietrifica Cuevas

ATP, Tel Aviv
Djokovic batte Cilic in finale: terzo titolo stagionale
02/10/2022 ALLE 17:16
Cuevas si gioca le sue carte da terraiolo doc fin dall'avvio ed è lui il primo a strappare il servizio all'avversario. Djokovic non si scompone: il serbo rovescia il punteggio senza patemi, accettando il gioco dell'uruguaiano, ma anche regalando ai presenti qualche colpo spella-mani, vedi il vincente di diritto che lo manda a servire per il set sul 5-3. La partita è godibile, anche se equilibrata più negli scambi che nel punteggio. Archiviato il primo set, il numero 1 del mondo dimentica qualche difficoltà al servizio e si trasforma in un chirurgo (100% di punti vinti con la prima in campo, 11 vincenti nel parziale). Dopo poco più di un'ora, Cuevas è sotto di due set e un break, ma deciso a godersi più possibile la sua giornata sul Lenglen. Djokovic risponde con un ruggito dopo l'agognato punto del 2-0, per far capire chi comanda. L'uruguaiano non si scompone e quantomeno fa faticare Nole, anche se la strada è segnata. Djokovic chiude i conti con un ace e può sorridere.
Tennis
Cuore Djokovic, si cimenta col tennis in carrozzina a Tel Aviv
02/10/2022 ALLE 12:05
ATP, Tel Aviv
Djokovic conquista la finale: piegato in due set Safiullin
01/10/2022 ALLE 19:03