Un buon allenamento. Questo è stato per Novak Djokovic l'incontro di secondo turno del Roland Garros 2021 contro l'uruguaiano Pablo Cuevas, sconfitto per 6-3 6-2 6-4 in 2 ore e 8 minuti di gioco sul Suzanne-Lenglen. Un match giocato in terza marcia quasi nella sua interezza da parte del serbo, che nonostante i lampi d'orgoglio del suo avversario - soprattutto nel terzo set - raramente ha dovuto alzare i giri del motore oltre la soglia di sicurezza. Il numero 1 del mondo festeggia così la sua partita numero 350 negli Slam, mentre il suo prossimo avversario sarà il lituano Ricardas Berankis.

Djokovic, dritto lungolinea che pietrifica Cuevas

Tennis
Ranking ATP: Djokovic sempre al comando, Sinner si conferma in top-15
04/10/2021 A 07:38
Cuevas si gioca le sue carte da terraiolo doc fin dall'avvio ed è lui il primo a strappare il servizio all'avversario. Djokovic non si scompone: il serbo rovescia il punteggio senza patemi, accettando il gioco dell'uruguaiano, ma anche regalando ai presenti qualche colpo spella-mani, vedi il vincente di diritto che lo manda a servire per il set sul 5-3. La partita è godibile, anche se equilibrata più negli scambi che nel punteggio. Archiviato il primo set, il numero 1 del mondo dimentica qualche difficoltà al servizio e si trasforma in un chirurgo (100% di punti vinti con la prima in campo, 11 vincenti nel parziale). Dopo poco più di un'ora, Cuevas è sotto di due set e un break, ma deciso a godersi più possibile la sua giornata sul Lenglen. Djokovic risponde con un ruggito dopo l'agognato punto del 2-0, per far capire chi comanda. L'uruguaiano non si scompone e quantomeno fa faticare Nole, anche se la strada è segnata. Djokovic chiude i conti con un ace e può sorridere.
ATP, Indian Wells
Djokovic, niente Indian Wells: ha bisogno di riposo
29/09/2021 A 20:44
Laver Cup
La domanda dal Djokovic Center non si sente: "Nole, sistema il wi-fi"
24/09/2021 A 12:16