Andy Murray è tornato in campo dopo il lungo infortunio all’anca e alla successiva operazione. L’ex numero uno del mondo ha rilasciato un’intervista a “Sportskeeda”, dove ha parlato della sua voglia di non ritirarsi e di continuare a giocare: “Mi piace ancora giocare a tennis. È la mia più grande motivazione. È ciò che mi fa alzare la mattina e continuare ad allenarmi duramente. È tutto ciò che ho sempre fatto e penso che l’infortunio e lo stare lontano dai campi mi abbia aiutato a realizzare quanta passione ho ancora verso il tennis”. Il britannico ha parlato di quale sia il suo principale obiettivo in questo 2021: “Quest’anno, il mio obiettivo principale sono le Olimpiadi. Sono molto orgoglioso delle mie medaglie d’oro, quindi sarebbe fantastico avere l’opportunità di difendere il titolo. Mi sto allenando duramente per essere a Tokyo nella migliore forma possibile”.
Murray ha giocato a Rotterdam, ma le sensazioni non sono state positive soprattutto nel match contro il russo Andrey Rublev: "Rotterdam è stato un po’ complicato per me. Sono stato contento di essere riuscito a vincere la partita contro Robin Haase, ma la partita contro Rublev è stata difficile. Ho commesso degli errori nei punti chiave e a quei livelli non puoi farli. È stato frustrante, ma imparerò molto da quella partita. So dove devo fare dei miglioramenti quindi spero di poterci lavorare nelle prossime settimane".
Uno sguardo anche al futuro, magari da allenatore: “Essere un allenatore è qualcosa che prenderei in considerazione. Per il momento, sto cercando di non pensare troppo al di là della mia carriera da giocatore, ma sono sicuro che finirò per rimanere nel tennis in un modo o nell’altro”.
ATP, Rotterdam
Andy Murray si sblocca: battuto Haase in rimonta
02/03/2021 A 09:54
Il britannico ha parlato anche del ritorno in campo di Roger Federer: “Tornare dopo una lunga pausa è una sfida. Lotti per rimetterti in forma e hai bisogno di fare partite. Sono sicuro che la squadra di Roger sta lavorando duramente per assicurarsi che sia pronto a tornare al momento giusto, e io sono sicuro che cercherà di tornare a competere al massimo livello il più rapidamente possibile”.

Bentornato Federer! Il meglio di Roger in 10 colpi incredibili

Tennis
Murray: "I giovani non possono vincere gli Slam per il livello di gioco espresso”
23/02/2021 A 11:38
Australian Open
Ufficiale! Murray salta Melbourne: "Sono devastato"
22/01/2021 A 16:25