Biella al posto di Melbourne per dimenticare l’Australian Open. Andy Murray, ex numero 1 al mondo, risulta iscritto nella entry list del Challenger Biella 2 che andrà in scena dal 15 al 21 febbraio prossimi, durante la seconda settimana dell’Australian Open.
E’ un’indiscrezione abbastanza suggestiva. Murray, infatti, in carriera, la seconda settimana dell’Austalian Open, era solito giocarla, avendo raggiunto la finale in ben 5 occasioni.
Lo scozzese però è rimasto beffato dal Covid-19. Positivo a un test del 14 gennaio, due giorni prima della partenza prevista per Melbourne, Murray è di fatto rimasto bloccato nella situazione normativa che obbliga tutti i tennisti a 14 giorni di quarantena arrivati in Australia. Gli organizzatori non hanno potuto eseguire nessun tipo di deroga; e così, Murray, negativo solo una settimana dopo, è rimasto al palo, dovendo così rinunciare alla wild-card che gli organizzatori gli avevano riservato.
Laver Cup
Borg potrebbe lasciare il Team Europe: spazio a Federer?
3 ORE FA
Murray, 33 anni e reduce ormai da 3 anni di calvario legato agli infortuni, ha così preso, almeno sulla carta, la decisione di venire a giocare un torneo ‘minore’ come quello di Biella: un ATP Challenger di categoria 125; 132 mila euro di montepremi.

Murray: un Challenger negli ultimi 16 anni!

Negli ultimi 16 anni (Mons, nell'ottobre del 2005) il britannico aveva giocato un solo Challenger, nell'agosto del 2019 a Maiorca - quando era in pieno calvario con i problemi all'anca - perdendo negli ottavi da Matteo Viola. Murray non è però l'unico nome di spicco in un entry-list dove figurano anche lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina (n.54 ATP), anche lui positivo al coronavirus a pochi giorni dalla partenza; il francese Lucas Pouille (n.74 ATP), che dopo l'operazione al gomito destro dello scorso luglio ha deciso di ripartire dal circuito Challenger; e lo statunitense "figlio d'arte" Sebastian Korda (n.103 ATP), che un paio di settimane fa a Delray Beach ha raggiunto la sua prima finale ATP. Oltre a loro anche Andreas Seppi, regolarmente presente in Australia ma che se non dovesse andare oltre i primi turni sarà tra gli iscritti di un torneo a questo punto dal tabellone più prestigioso che mai.

La rinascita di Murray: rimonta Nishioka e dopo 600 giorni vince in uno Slam

Laver Cup
Tiafoe: "Scuse a Federer per averlo battuto? Lui si dovrebbe scusare con tanti..."
4 ORE FA
Laver Cup
Nadal: "Addio Roger? Tornato in camera mi sono commosso di nuovo"
6 ORE FA