Nell'ultima puntata del podcast di Eurosport Germania "Das Gelbe vom Ball", il protagonista è stato ancora una volta Boris Becker. L'ex campione tedesco ha toccato vari argomenti sul tennis maschile, parlando dei protagonisti del presente e del futuro del circuito maschile. Tra gli altri, il vincitore di sei titoli dello Slam ha speso parole al miele anche per il nostro Jannik Sinner. L'altoatesino è reduce da una stagione estremamente positiva, chiusa con quattro tornei vinti, l'approdo nella top 10 del ranking ATP e la partecipazione - pur da riserva - alle sue prime ATP Finals. Secondo Becker, questi risultati sono solo una tappa intermedia della crescita del 2001 azzurro.

Berrettini e Sinner in Top 10: i numeri di un evento storico per l'Italia

"Sono affascinato da Sinner. Certo, dal suo stile di gioco, ma anche dalla sua mentalità. Mi piace molto. Gioca già un tennis molto maturo ed è molto calmo nelle fasi decisive. Sì, ha giocato troppo, e poi a un certo punto ci si stanca, ma ha il potenziale e il talento. Jannik ha già battuto Zverev a Parigi. Quindi ha la qualità giusta e se ora seguirà un programma migliore, non sarei sorpreso non solo se rimanesse in top 10, ma che salisse ulteriormente".
Davis Cup
Djokovic: "Sono esausto. Aus Open? Prenderò decisione a breve"
5 ORE FA

Zverev vince la battaglia con Isner al super tie-break: highlights

Nel podcast, Becker ha puntato i riflettori soprattutto sull'uomo del momento: Alexander Zverev. Il 24enne di Amburgo ha appena conquistato le sue seconde ATP Finals, coronamento di una stagione in cui si è anche laureato campione olimpico e tornato al numero 3 della classifica mondiale. Ma come per Sinner, Becker vede anche per il connazionale un futuro ancor più roseo. "Il prossimo grande obiettivo per Sascha Zverev deve essere il numero uno. Ai miei occhi può farcela l'anno prossimo. Ma questo è possibile solo se vince uno o due tornei del Grande Slam. Lo avete visto quest'anno: il chiaro numero uno era Djokovic con tre vittorie del Grande Slam, il chiaro numero due era Medvedev con una vittoria del Grande Slam e il chiaro numero tre era Sascha. Certamente, il (secondo) titolo alle Finals è un punto culminante in una carriera e la vittoria alle Olimpiadi è stata certamente unica, ma il prossimo grande trionfo deve essere una vittoria in un torneo del Grande Slam. La mia scommessa è che vincerà il suo primo major l'anno prossimo e diventerà il numero uno".

"Il punto della partita!" Zverev vince lo scambio-maratona

Nel frattempo il numero 1 - e saldamente - resta proprio Novak Djokovic. Il serbo, però, rischia di non partecipare ai prossimi Australian Open visto il veto imposto per i giocatori non vaccinati. "Non posso immaginare che non giocherà in Australia. Ama troppo lo sport, ama troppo la storia del tennis. Vuole raggiungere le 21 vittorie del Grande Slam. L'Australia è il suo miglior Grande Slam. Ha già vinto nove volte lì. Perché non dovrebbe vincere una decima volta? Dice che è una sua decisione personale se farsi vaccinare o meno. Non sono affari di nessuno. Sono d'accordo con lui su questo. Ma se vuole giocare nel circuito - e stiamo avendo un discorso simile anche per Joshua Kimmich - allora devi solo seguire le regole. Questo significa che devi essere vaccinato per poter giocare. Vale per Djokovic, vale per Kimmich e vale per ogni atleta nel rispettivo sport".

Djokovic evasivo: "Australian Open? Vedremo"

Infine un commento sulla Coppa Davis. "Il piano è folle, soprattutto per i giocatori di alto livello. A un certo punto devi prendere una decisione: cos'è più importante per me, la mia carriera o la Coppa Davis? La mia più grande speranza è che il sistema della Coppa Davis cambi di nuovo. Allora avremo tutti vinto. L'ultima Coppa Davis che ho vissuto col vecchio format è stata come capitano della squadra tedesca a Valencia contro la Spagna. Quella è stata una delle migliori esperienze sportive per me. Dobbiamo tornare lì. Non so quanti spettatori verranno all'arena quando il Belgio giocherà contro la Francia a Madrid. Non sono un fan di quel sistema. E penso che la maggior parte dei giocatori la veda allo stesso modo".

Caso Peng, Djokovic: "Giusto che WTA sospenda tornei in Cina"

Davis Cup
Djokovic e la Serbia si arrendono, Croazia in finale
16 ORE FA
Australian Open Maschile
Nadal rassegnato: "Slam vinti in carriera? Djokovic può battere tutti"
IERI A 16:15