Dopo la vittoria degli Australian Open, quali saranno i programmi futuri per Novak Djokovic? Come dichiarato al termine del torneo di Melbourne, il serbo ha visto lo strappo allargarsi e sarà, quindi, costretto a saltare diversi tornei. Ha fatto il punto della situazione il suo coach, Goran Ivanisevic. “È realistico pensare che Nole non tornerà a giocare prima della stagione sulla terra rossa – le sue parole riportate da Ubitennis.com – Visto l’infortunio non è necessario affrettare i tempi ma l’unica eccezione che Nole potrebbe fare riguarda un ritorno anticipato per il Masters 1000 di Miami, evento che inizierà il prossimo 22 Marzo. Non c’è bisogno di correre rischi, aspettiamo la risonanza magnetica e poi valuteremo il da farsi”.
L’ex tennista croato prosegue: Non credo che incentrerà tutti i suoi sforzi solo i tornei del Grande Slam, giocherà sicuramente un paio di tornei prima del Roland Garros, poi un torneo sull’erba prima di Wimbledon e poi ci saranno le Olimpiadi. Per quel che riguarda la stagione indoor credo che già da quest’anno potrebbe giocare un paio di tornei in meno rispetto al solito. Prima di entrare nello Slam è necessario entrare in condizione e c’è bisogno di una buona preparazione, quindi credo sia impossibile giocare gli Slam senza disputare tornei in precedenza.
ATP, Tel Aviv
Djokovic conquista la finale: piegato in due set Safiullin
6 ORE FA

Top5: i colpi più belli di Djokovic a Melbourne

ATP, Tel Aviv
Djokovic non sbaglia, Pospisil si arrende in 2 set: Nole in semifinale
IERI ALLE 15:42
Laver Cup
Infortunio al polso: ecco il problema di Djokovic
25/09/2022 ALLE 14:39