Un incontro sportivo senza barriere. Un’iniziativa che parte dal tennis, destinata a non essere l’unica. Si chiama Lorenzo Valentini, ha 9 anni, e sarà il primo bambino con disabilità motorie a partecipare a un tabellone under per normodotati, una prova del circuito Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving.
L’iniziativa è stata resa possibile dal progetto ‘Racchette in Classe’, curato dall’ Istituto Superiore di Formazione e la Federazione Italiana Tennis che si occupa 'di portare nelle scuole primarie italiane le discipline con racchetta e il loro immenso bagaglio formativo'. La sua importanza risiede nel fatto che sono stati da subito inclusi anche ragazze e ragazzi con disabilità fisiche o cognitive.
Tokyo 2020
Paolini ed Errani ripescate e vincenti: battute Melichar e Riske
QUALCHE SECONDO FA
“Lorenzo - spiega Michelangelo Dell’Edera, direttore dell’Istituto Superiore di Formazione - ha raggiunto questo risultato importante anche grazie a un bravissimo Insegnante come Angelo Vinciguerra, laureato in Scienze Motorie e dotato di una grande cultura sportiva, in grado di trasmettergli le competenze necessarie ad affrontare un avversario normodotato”.

Ci sono anche delle condizioni di gioco che permettono a bambini come Lorenzo di poter gareggiare alla pari con i bambini normodotati:

“Una possibilità - continua Dell’Edera - data dalla condizione di poter competere alla pari, visto che nei tabelloni riservati ai più piccoli il regolamento prevede l’utilizzo delle palle green (quelle depressurizzate, ndr) e le dimensioni del campo sono ridotte (19,77 per 8,23 metri)”.

Chris Nikic completa l'Ironman: è il primo con sindrome di Down

Tokyo 2020
Sonego e Musetti: buona la prima (di sempre) in doppio
2 ORE FA
Tokyo 2020
OSAKA, IL RIENTRO E' VINCENTE: GLI HIGHLIGHTS CONTRO ZHENG
3 ORE FA