Venti volte su ventidue. E se non fosse stato per il forfait al Roland Garros 2018, quello di Serena Williams contro Maria Sharapova sarebbe il 19esimo successo consecutivo dal novembre del 2004.
No, non c’è stata nessuna sorpresa. Nessun miracolo russo. Nessun tocco magico di Riccardo Piatti e il suo staff. Serena Williams vs Maria Sharapova è finita come sempre: con un dominio della tennista americana.
Una delle migliori versione della Williams viste in stagione, per dirla tutta. Già perché dietro il 6-1, 6-1 arrivato in un’oretta di gioco esatta c’è stata una Serena veramente eccellente nell’interpretazione della sua partita.
US Open
Roberta Vinci, 5 anni fa l'impresa contro Serena Williams
11/09/2020 A 14:15

Serena Williams e Maria Sharapova al termine del match di primo turno agli US Open 2019 (6-1 6-1 Williams il finale)

Credit Foto Getty Images

Certo, il livello di attenzione era probabilmente settato ai massimi possibili come da 15 anni a questa parte vuole il patto con sé stessa fatto dalla Williams dentro quel famoso spogliatoio. Visti i recenti risultati però la buona condizione di Serena messa in mostra fin da subito è una notizia.
Dal punto di vista del campo poco altro da raccontare, con timing e punteggio finale che di fatto fanno anche da cronaca. In una giornata tutto sommato deludente per il gioco espresso da tante delle più accreditate rappresentanti del femminile – dalla Barty passando per la Svitolina fino al ko della Kerber – la Williams parte invece con il piede giusto. Al prossimo turno occhio però a un match meno ‘glamour’ di quello odierno, ma potenzialmente interessante: davanti si troverà la 17enne Caty McNally, semifinalista a Washington (out con la Giorgi) ed ennesimo prodotto interessante della particolarmente florida scuola americana del femminile.

Serena Williams demolisce la Sharapova 6-1 6-1: gli highlights del match in 180 secondi

US Open
Djokovic da regolamento: una squalifica severa ma giusta
07/09/2020 A 06:00
US Open
La caduta di Djokovic: infortunio alla spalla prima della squalifica
06/09/2020 A 20:24