Il gesto di Djokovic che l’ha portato alla squalifica agli US Open 2020 ha colpito il mondo: la sua pallata involontaria alla gola di una giudice di linea è però solo uno dei tanti episodi accaduti nella storia del tennis che hanno portato all’eliminazione immediata di un tennista da un torneo. Ecco i più noti.

Djokovic colpisce una giudice di linea e viene squalificato

John McEnroe agli Australian Open 1990

US Open
Djokovic da regolamento: una squalifica severa ma giusta
07/09/2020 A 06:00
Agli ottavi di finale l'americano, durante il match con lo svedese Mikael Pernfors, prima minaccia un giudice di linea beccandosi un warning, poi - nel quarto set - McEnroe sbaglia un dritto e scaglia la racchetta a terra, poi di nuovo fino a rompere la racchetta. Non contento inveisce contro l'arbitro e al terzo warning ecco scattare la squalifica. Dopo dichiarerà che non sapeva del cambio di regolamento, passato da 4 a 3 warning previa squalifica.

Australian Open: l'incredibile squalifica di John McEnroe a Melbourne

Tim Henman a Wimbledon 1995

E' solo un match di primo turno in doppio, Henman fa coppia contro jeremy Bates contro la coppia composta da Jeff Tarango ed Henrik Holm: Tim per frustrazione scaglia una pallata fortissima che colpisce una giovane raccattapalle. La ragazza cade a terra, poi si rialza e in lacrime riguadagna la propria posizione. Ma ormai il danno è fatto.

Gustavo Kuerten al Roland Garros 1997

Il brasiliano, impegnato in doppio con Fernando Meligeni contro la coppia Jonas Bjorkman-Patrick Rafter a un certo punto, innervositosi, lancia la racchetta in direzione di un giudice di sedia: questi si scosta in tempo, uno spettatore dietro viene preso in pieno. Out dal torneo.

Xavier Malisse al Master di Miami 2005

Il belga è avanti contro David ferrer quando viene accusato di insulti da parte di un giudice e di conseguenza squalificato: "Come si può fare questo a me? Sono così incazzato perché non ho fatto niente. Lei sa quello che ha appena fatto", e rompe due racchette prima di uscire.

Serena Williams agli US Open 2009

L'americana ha già preso un warning durante il match con Kim Clijsters per aver rotto una racchetta, quando - a una segnalazione di un fallo di piede sulla seconda di servizio (con tanto di match point contro) - Serena si avvicina minacciosa puntandole la racchetta addosso. Il labiale la condanna: "Giuro su Dio che prendo la palla e te la spingo in gola. Lo giuro su Dio".

David Nalbandian al Queen's 2012

L'argentino perde le staffe nel corso della finale contro Marin Cilic e tira una pedata a un pannello pubblicitario, che rompendosi causa un taglio profondo alla gamba di un giudice di linea. Risultato? Nalbandian viene squalificato, privato del premio di finalista, paga l'albergo al giudice e viene indagato da Scotland Yard dopo essere stato denunciato. En plein.

2012 Queen's Nalbandian

Credit Foto Getty Images

Grigor Dimitrov nel torneo di Istanbul 2016

Il bulgaro ha già rotto due racchette (e ricevuto due warning) ma non è contento: va alla sua postazione e rompe altre due racchette, poi saluta il suo avversario e si dirige verso gli spogliatoi. Aveva già deciso di mollare.

Denis Shapovalov nella Coppa Davis 2017

Canada vs Gran Bretagna, Shapovalov sta giocando il suo ultimo incontro, un singolare decisivo contro Kyle Edmund: vale la semifinale. Il 17enne, breakkato, spara la pallina verso l'alto centrando un giudice di sedia nell'occhio, è fuori dal torneo! Shapo e il giudice diventeranno poi amici fuori dal campo.

"Mica deve andare in ospedale!": Djokovic prova a spiegarsi con l'arbitro

US Open
La top 10 degli US Open 2020
14/09/2020 A 22:02
US Open
Thiem e l'arte della pazienza: si apre l'era dei classe '90
14/09/2020 A 17:01