Ci sono partite che segnano la carriera di un giocatore. Per Jannik Sinner il terzo turno con Gael Monfils rientra in questa categoria. Per il punteggio, per l'importanza della posta in palio, ma soprattutto per il pathos, la capacità di suscitare un'intensa emozione. Nel pubblico e negli stessi giocatori. Sul Louis Armstrong l'altoatesino, che normalmente siamo abituati a vedere composto e freddo in campo, si è trasformato, regalandoci un arcobaleno di emozioni, dalla rabbia che ti fa prendere a gomitate il tunnel degli spogliatoi alla gioia più sfrenata dopo aver completato un'impresa. E' questa l'essenza dello sport. E il romanzo di formazione di Jannik oggi ha un altro meraviglioso capitolo. In attesa di un ottavo degli US Open da giocare che, se tutto andrà come da pronostico, sarà contro il finalista del 2020 e medaglia d'oro a Tokyo, Sascha Zverev (impegnato stanotte contro Sock). Eventuale remake degli ottavi del Roland Garros 2020.

La cronaca del match

Reduce da due prestazioni non del tutto convincenti con Purcell e Svajda, Sinner parte col turbo contro Monfils: dopo un break e contro-break l'azzurro sfodera un tie-break spettacolare che lascia di stucco il francese: 7-1. L'emorragia nel gioco del 35enne di Parigi non si ferma. Le accelerazioni improvvise dell'allievo di Piatti lo logorano e in un batter d'occhio si ritrova sotto di due parziali con due break chirurgici di Jannik: 6-2. L'inerzia è tutta dalla parte del 20enne di Sexten che si costruisce anche una palla del 5-3 nel terzo set. Monfils è, però, bravo a rimanere aggrappato al match e alla sesta palla break rientra nel parziale e lo vince 6-4. Sinner non si scompone e al cambio campo è una macchina: 1, 2, 3, 4 a 0 con un recupero da antologia del tennis (appludito anche dall'avversario).
US Open
Sinner, difesa a tergicristallo e diritto super: Zverev immobile
06/09/2021 A 17:10

Recupero stratosferico di Sinner: anche Monfils applaude

Gli dei del tennis, però, hanno deciso che Jannik dovrà ancora soffrire per vincere: Monfils, supportato dal pubblico (apertamente dalla sua parte fino all'ultimo quindici), game dopo game rimargina la ferita e, sfruttando un black-out dell'italiano, piazza un parziale di 6 giochi a 0. Si va al quinto set. Il match assume contorni epici e drammatici allo stesso tempo. L'altoatesino è una furia: rientra negli spogliatoi per un "toilet break" sgomitando nel tunnel. Non si è mai visto così. In trance agonista torna in campo e strappa immediatamente il servizio al francese. Break che si rivelerà decisivo per chiudere la contesa nell'ultimo, intensissisimo, parziale chiusosi 6-4. Sinner raggiunge gli ottavi di uno Slam per la terza volta dopo quelli raggiunti a Parigi nel 2020 e 2021. E' il più giovane giocatore a farlo da Djokovic e Murray nel 2007.

Sinner è un guerriero: il pallonetto non lascia scampo a Monfils

US Open
Sinner si arrende al servizio di Zverev: il tedesco passa in 3 set
06/09/2021 A 16:01
US Open
Sinner-Zverev, in palio i quarti: quando e dove vederla
05/09/2021 A 21:50