II tabellone femminile continua a regalare sorprese. Dopo il ritiro di Serena Williams e le sconfitte di Kvitova, Andreescu e Kenin, restano appena quattro teste di serie tra le prime 10. Si tratta di Barty, Sabalenka, Swiatek e Pliskova. Non male per essere appena al quarto giorno dei Championships e con i match di secondo turno ancora in svolgimento. La numero 1 del mondo piega Blinkova 6-4 6-3 mentre Elina Svitolina si fa sorprendere da Magda Linette. In chiusura fuori anche Vika Azarenka.
La polacca, dopo il buon debutto con Amanda Anisimova, stende la testa di serie numero 3 e semifinalista del 2019 per 6-3, 6-4: secondo scalpo importante dopo quello della Barty al secondo turno di Parigi, complice il ritiro dell'australiana. Per lei al terzo turno Paula Badosa (6-4 6-1 alla Putintseva). A proposito del Roland Garros, sorridono anche Krejcikova e Pavlyuchenkova: la campionessa liquida Andrea Petkovic per 7-5 6-4 e non era scontato alla sua prima partecipazione a Wimbledon. La ceca, se consideriamo anche lo Slam parigino, è alla nona vittoria di fila nei major, tante quanti i match disputati in carriera prima di questa strabiliante striscia (tra il 2018 e il 2021). La finalista Pavlyuchenkova, invece, batte la meno talentuosa delle sorelle Pliskova 6-3 6-3 e raggiunge Muchova, protagonista dell'eliminazione della Giorgi.
Wimbledon
Camila Giorgi lotta ma cede alla distanza: passa Muchova al 3°
01/07/2021 A 12:33
Fuori anche Maria Sakkari nel match terminato dopo l'interruzione di mercoledì per oscurità: a batterla è Shelby Rogers 7-5 6-4. Promosse anche Sevastova e Siniakova ai danni di Kostyuk e Vandeweghe: Krejcikova e Barty le loro prossime avversarie.
Sul Centrale Cori Gauff gestisce Elena Vesnina 6-4 6-3 mentre Jelena Ostapenko ottiene la settima vittoria consecutiva: a due punti dalla sconfitta vince su Daria Kasatkina 6-1, 3-6, 8-6 con la russa che serve due volte invano per il match. Sul campo 2, conosciuto come "il cimitero dei campioni", la campionessa del 2018 Angie Kerber sconfigge Sara Sorribes Tormo 7-5 5-7 6-4 in tre ore e 18 minuti meritando l'ovazione del pubblico.
Nel tardo pomeriggio anche la testa di serie n° 12 e semifinalista delle edizioni 2011 e 2012, Vika Azarenka, saluta il torneo: ad eliminare la bielorussa è Sorana Cirstea che al momento si trova al 25° posto della Race e si conferma tabù per le big negli Slam quest'anno: ha, infatti, battuto Kvitova in Australia e Konta e Kasatkina a Parigi. Dopo i primi due set molto combattuti, Azarenka può chiudere la pratica sul 3-1, ma la rumena vince 4 game di fila e centra per la 14ª volta il terzo turno in un Major.

La statistica

Per la seconda volta (2018 e 2021) nell'era Open, 6 delle prime 10 teste di serie femminili sono state eliminate nei primi due turni di Wimbledon. Petra Kvitova ed Elina Svitolina figurano tra queste in entrambi gli anni.

Krejcikova regina a Parigi: i 5 colpi più belli del suo torneo

Wimbledon
Sabalenka si salva al 3° set. Flop Andreescu, ok Azarenka
30/06/2021 A 17:11
Wimbledon
Serena Williams si ritira in lacrime per infortunio
29/06/2021 A 19:04