Si ferma ancora una volta al terzo turno il cammino di Fabio Fognini a Wimbledon, nel tempio del tennis. Il 34enne ligure è uscito sconfitto nella giornata ieri contro il temibile russo Andrey Rublev (n.5 del seeding e n.7 del ranking ATP) in quattro set con il punteggio di 3-6 7-5 4-6 2-6 dopo quasi 3 ore di gioco ad alta intensità, perdendo nuovamente l’opportunità di raggiungere finalmente la seconda settimana dello slam britannico.
Anche se ho perso sicuramente c’è tanta amarezza perché ho fatto come Pollicino. Ho seminato, ma non ho raccolto abbastanza, quindi mi girano parecchio. Ho avuto diverse possibilità quasi sempre prima io, nei vari set, ma non sono riuscito a concretizzarle, ha detto l’azzurro dopo il match in conferenza stampa.
Wimbledon
Berrettini regala a Draghi la sua racchetta
12/07/2021 A 21:51
Nel primo le ho avute io e ho perso il set, nel secondo lui e l’ho vinto io. Nel terzo ho avuto delle chance ma il parziale è stato lui a vincerlo, mentre nel quarto ho avuto delle possibilità all’inizio e niente da fare. C’è tanta amarezza perché sentivo di poter andare avanti, ma vado a casa a testa alta. Rublev qui sull’erba gioca peggio, si adatta meno rispetto all’Australian Open o allo US Open, però mi ha battuto lo stesso“, conclude Fognini.

Avanza Djokovic, Murray saluta: il meglio del Day 5

Wimbledon
Berrettini: "Difficile gestire tutte le emozioni, vi ho portato con me"
12/07/2021 A 16:40
Wimbledon
Berrettini eroico, Djokovic è leggenda: il film della finale
12/07/2021 A 10:26