Buone notizie per Matteo Berrettini in quel di Wimbledon. Non solo la convincente vittoria al 1° turno contro l’argentino Guido Pella, ma anche ciò che è successo in alcuni dei match che lo riguardavano più o meno direttamente nell’ottica dello sviluppo del torneo.
Accreditato della testa di serie n°7, Berrettini è in qualche modo chiamato a raggiungere il quarto di finale, forte anche del successo sull’erba del Queen’s. E il romano può sorridere perché la principale insidia su quella strada, il veterano John Isner, è uscito subito al primo turno. Isner infatti si è fatto sorprendere da una gran partita del giapponese Yoshihito Nishioka. La testa di serie n°28 si è arreso in 5 set al nipponico: 7-6 2-6 6-3 6-7 6-4 il punteggio finale.
Non solo Isner però, che era potenziale avversario di terzo turno per Berrettini. Anche le altre due teste di serie sulla strada del quarto sono immediatamente cadute. Il russo Aslan Karatsev ha evidentemente patito la poca esperienza su questa superficie. Autore di una prima parte di stagione stratosferica, dopo il ko al secondo turno al Roland Garros arriva per Karatsev uno stop al primo turno anche a Wimbledon: a sorprenderlo è il veterano francese Chardy, vincitore in 3 set per 7-6 7-6 6-3.
Wimbledon
Berrettini regala a Draghi la sua racchetta
12/07/2021 A 21:51
Infine il ko di Casper Ruud, testa di serie n°12 costruito sui campi in terra battuta. L’erba di Wimbledon dei primi giorni, per quanto più giocabile rispetto al passato, non è proprio affar suo: il norvegese lotta ma si arrende in 5 set a Jordan Thompson che passa per 7-6 7-6 2-6 2-6 6-2.
Dunque sulla strada del quarto di Berrettini tutto si fa teoricamente più semplice. Insidia resta l’ex finalista dello US Open Kei Nishikori, che supera al primo turno il sempre insidioso servitore australiano Popyrin con un triplo 6-4.

Gli altri: Kyrgios sopravvive in 2 giorni

Tra le altre partite di grande interesse c’era senza dubbio il prosieguo del match tra Ugo Humbert e Nick Kyrgios, interrotta ieri sul 2-2 al 5° set. Ne è venuto fuori un match interessante anche oggi, con Kyrgios che alla fine è riuscito ad avere la meglio imponendosi per 9-7. Dunque per l’australiano questo il punteggio finale: 6-4 4-6 3-6 6-1 9-7 in quasi 4 ore spalmate su 2 giorni. La vittoria vale il secondo turno contro il nostro Gianluca Mager, che alla prima di sempre sull’erba ha superato Londero. Con Kyrgios, le chance, saranno oggettivamente prossime allo zero virgola.

Nick Kyrgios a Wimbledon 2021 dopo la vittoria su Ugo Humbert 9-7 al 5° set

Credit Foto Getty Images

Bella la vittoria di Dimitrov su Verdasco, in un primo turno di qualità: 3-6 6-3 6-4 6-4 a favore del bulgaro. Bene anche Norrie, che dopo la finale al Queen’s persa con Berrettini non aveva un primo turno facile con Pouille. Vittoria in rimonta del britannico: 6-7 7-5 6-2 7-5.
Sopravvive Monfils, che è costretto a 5 set dall’australiano O’Connell: 4-6 6-2 7-6 4-6 6-4. Bene invece l’ex semifinalista Sam Querrey: l’americano condanna ancora una volta a una sconfitta al primo turno in questo torneo Pablo Carreno Busta, che nonostante si sia presentato qui da testa di serie n°11 del tabellone, sull’erba di Wimbledon non ha mai vinto una partita in carriera: sesta sconfitta immediata su 6 apparizioni per lo spagnolo, Querrey passa 7-6 6-4 7-5.

Shapovalov già al 3° turno

Infine da segnalare l'accesso al terzo turno di Denis Shapovalov. Il canadese approfitta del ritiro di Andujar, vincitore di una battaglia con Herbert al 1° turno ma costretto al ritiro per guai fisici. Dunque Shapovalov già al 3° turno senza giocare.

Berrettini: "Vincere il Queen's è un sogno"

Wimbledon
Berrettini: "Difficile gestire tutte le emozioni, vi ho portato con me"
12/07/2021 A 16:40
Wimbledon
Berrettini eroico, Djokovic è leggenda: il film della finale
12/07/2021 A 10:26