Londra non sorride al n° 2 italiano, Jannik Sinner. Il debutto assoluto dell'enfant prodige azzurro all'All England Club è segnato da una sconfitta contro l'ungherese Marton Fucsovics che si impone 5-7 6-3 7-5 6-3 in tre ore e accede al secondo turno dove pescherà il vincente della sfida tra Jiri Vesely e Yannick Hanfmann. Nella seppur giovane carriera dell’altoatesino l'erba rimane un tabù: nei sette match ufficiali su questa superficie, cinque sconfitte e due vittorie. Quest’ultime nel 2019 con Lacko e Fabbiano (nelle qualificazioni al tabellone principale del Libéma Open).

La cronaca del match

Dopo oltre quattro ore di attesa causa pioggia, sul campo 18 parte la terza sfida tra l'allievo di Riccardo Piatti e il n° 1 ungherese (bilancio 1-1). Come è lecito attendersi, l'avvio è il festival del break, due per parte nei primi 5 game. Il match è molto equilibrato e Sinner è il primo a cercare l'imprevedibilità, sotto forma del back di rovescio. Nel dodicesimo game l'azzurro mette la freccia dopo uno scambio in difesa da incorniciare e festeggia il suo primo set sull'erba di Londra: 7-5.
ATP, Anversa
Sinner fa la voce grossa: Musetti si arrende in 2 set
5 ORE FA

Jannik Sinner a Wimbledon 2021

Credit Foto Getty Images

Nel secondo parziale le percentuali al servizio dell'ungherese si alzano sensibilmente, come lo spettacolo in campo: si alternano game-fiume a game-lampo, ma alla fine è Fucsovics a rompere gli indugi con un doppio break che non lascia scampo a Sinner, nonostante l'estremo tentativo di recupero dell'altoatesino con un break a 0: 6-3. Il n° 2 italiano è falloso, la prima di servizio entra una volta su due, a rete non è infallibile e la sua arma letale, il rovescio lungolinea, viene usata pochissimo. Nell'intervallo tra secondo e terzo set, resta a lungo negli spogliatoi, probabilmente per farsi trattare la schiena.
Al ritorno Sinner si costruisce ben 4 palle break, due nel primo e due nel settimo game: Fucsovics, però, sfrutta la grande condizione fisica, le cancella ed è bravissimo a concretizzare i momenti decisivi. Come sul 6-5, quando beffa l'azzurro a pochi passi dal tie-break. 2 set a 1. Nel quarto l'ungherese cala un po' e Sinner si trova in vantaggio 3-2 con un break. Subito dopo, però, Jannik consegna tre palle per il contro-break: l'azzurro le annulla con il servizio, si carica con il suo angolo e va ai vantaggi. Alla sesta palla break, Fucsovics riporta il risultato in parità. Sinner capisce di aver perso l'ultimo treno e nel game successivo viene breakkato per la nona volta nel match. E' la resa: il n° 48 del mondo alza le braccia al cielo con un ace (confermato dall'Hawk-Eye). Dopo Tsitsipas il day 1 di Wimbledon registra un altro k.o. nella top20.

Djokovic: "Draper? Non lo conosco, ho chiesto a Sinner"

ATP, Indian Wells
Fritz doma anche Sinner: per Jannik Torino è più lontana
13/10/2021 A 21:55
ATP, Indian Wells
Sinner-Fritz, l'azzurro cerca i quarti: quando e dove vedere la sfida
13/10/2021 A 12:22