Ci sarà anche un’italiana nel ricchissimo campo di partecipazione del WTA 500 di Adelaide, evento d’apertura della stagione 2022 del circuito femminile. Lucia Bronzetti si è infatti qualificata per il tabellone principale dell’evento nella quinta città più popolosa d’Australia, nonché capitale dello Stato della South Australia. Per l’azzurra successo importante su tre ordini di ragioni: arriva sul veloce, contro un’avversaria molto esperta come l’ucraina Kateryna Bondarenko e per di più in rimonta (1-6 7-6(3) 6-4).
I problemi al servizio perdurano, per l’italiana, sostanzialmente lungo tutto il primo set. Eppure Bronzetti parte bene, con il break ai vantaggi nel primo game. Il problema è, appunto, che ogni volta sulla propria battuta va ai vantaggi, e puntualmente la perde: il 6-1 in 33 minuti da parte dell’ex numero 29 del mondo, che vanta anche i quarti agli US Open 2009 e due tornei WTA in bacheca (più il titolo degli Australian Open 2008 in doppio con la sorella Alona), si spiega così.
Molto più lottato il secondo parziale, con ogni tentativo di allungo della giocatrice ucraina spezzato sul nascere da Bronzetti, che per tre volte recupera in modo immediato il servizio perduto, in un caso (1-0) ai vantaggi, nel secondo (3-2) a 30 e nel terzo (4-3) a zero. Si arriva alla fine al tie-break; Bondarenko va sul 3-2, ma l’azzurra artiglia tutti gli ultimi cinque punti per allungare il match.
WTA, Adelaide
WTA Adelaide I 2022: Barty domina in finale contro Rybakina
09/01/2022 A 07:51
Di fronte a un confronto tanto pieno di capovolgimenti di fronte, ci si aspetterebbe un terzo set al cardiopalma: non accade invece nulla di tutto ciò. Uno solo il game ai vantaggi, il sesto, che precede quel settimo in cui Bronzetti trova di nuovo la forza di strappare la battuta a zero. Si tratta del momento decisivo: arriva poco dopo la vittoria che vale l’ingresso in un main draw importante.
Al di là di statistiche utili per il confronto (62%-56% di prime in campo, 64.5%-62.7% di punti vinti con la prima), per Bronzetti si apre ora la questione di chi sarà l’avversaria. Potrebbero toccarle in sorte le americane Coco Gauff, Sofia Kenin e Shelby Rogers, la polacca Iga Swiatek o un’altra qualificata.

Camila Giorgi: "Mi piace spingere, ma Halep ha giocato benissimo"

Australian Open
Keys concede solo 4 game a Badosa: gli highlights
38 MINUTI FA
Australian Open
Top 5, i colpi più belli del Day 6: Sinner e Paire, che numeri!
7 ORE FA