Naomi Osaka ha deciso di disputare la sua semifinale al Western & Southern Open rinviata e ora prevista venerdì. Mercoledì, Osaka aveva informato la WTA della sua decisione di ritirarsi dal match contro Elise Mertens, che doveva essere giocato giovedì, prima di annunciare pubblicamente il suo forfait in linea con gli scioperi in corso negli USA per protesta contro l'ingiustizia razziale in seguito all'uccisione di Jacob Blake da parte della polizia a Kenosha, Wisconsin.
Il torneo in seguito ha risposto all'annuncio di Osaka "mettendo in pausa le partite" giovedì e ha riprogrammato le semifinali maschili e femminili venerdì. La WTA, l'ATP e altri tornei hanno successivamente parlato con Osaka e il suo team della possibilità che lei tornasse in campo.
Tennis
Lo sfogo di Naomi Osaka: "Perché noi sportivi non dovremmo parlare di politica e razzismo?"
08/06/2020 A 16:59
Nonostante fosse più che felice di non competere, l'ex numero 1 alla fine ha deciso che sarebbe stato meglio per il movimento se fosse tornata in campo venerdì: "Come sapete, ieri mi sono ritirata dal torneo per sostenere l'ingiustizia razziale e le continue violenze della polizia. Ero (e sono) pronta a lasciare la partita alla mia avversaria", ha detto Osaka in una dichiarazione fornita al Guardian.
"Tuttavia, dopo il mio annuncio e la lunga consultazione con WTA e USTA, ho accettato, su loro richiesta, di giocare venerdì. Si sono offerti di posticipare tutte le partite a venerdì e nella mia mente questo porta più attenzione al movimento. Voglio ringraziare la WTA e il torneo per il loro supporto".

Il discorso da brividi di Coco Gauff per George Floyd: "Non restate in silenzio, bisogna agire ora!"

Tennis
Osaka fenomeno vero: a 22 anni diventa la sportiva più pagata di sempre
23/05/2020 A 08:38
Tennis
La battaglia di Naomi Osaka, la tennista che ha sfidato i tabù
09/11/2021 A 14:29