Il primo turno del torneo WTA Melbourne 2 di tennis (di categoria WTA 500), ovvero lo Yarra Valley Classic, in corso a Melbourne, in Australia, sorride all’azzurra Camila Giorgi, la quale supera la transalpina Clara Burel con il netto score di 6-4 6-3 in un’ora e ventidue minuti ed ai sedicesimi se la vedrà con la testa di serie numero due, la statunitense Sofia Kenin.
Nel primo set Giorgi è la prima ad allungare, grazie al break a trenta maturato nel quarto game. La tennista italiana si porta fino al 4-1 non pesante, ma l’avversaria riesce a reagire e si riporta sul 4-4 vincendo dodici punti su tredici tra sesto ed ottavo game. La tennista nata a Macerata tiene la battuta nel nono gioco e nel decimo, alla prima occasione, opera nuovamente il break, che in questo caso vale la conquista del set, chiuso sul 6-4 dopo 44 minuti.
Nella seconda frazione la transalpina sembra partire con un altro piglio, trovando il break in apertura, ma Camila Giorgi alza immediatamente il livello del proprio gioco, inanellando cinque giochi consecutivi, con tre break. La transalpina, spalle al muro, ha un sussulto d’orgoglio nel settimo game, quando a zero strappa la battuta all’avversaria, risale fino al 3-5, ma poi nel nono game Giorgi senza patemi centra il 6-3 in 38 minuti che vale il match.
WTA, Yarra Valley Classic
Barty pronta per gli Australian Open: ko la Muguruza al Yarra Valley
07/02/2021 A 16:15
L’azzurra ha vinto 61 punti contro i 55 conquistati dalla francese, con Burel che nel primo parziale, pur cedendo, ottiene più punti di Giorgi, 34 contro 31. L’azzurra vince gli scambi più importanti, mentre la francese tiene a zero tre turni in battuta su cinque, ma finisce per cedere gli altri due. Va detto che nel primo set la tennista italiana concentra anche sette degli otto doppi falli totali commessi durante il match.
Giorgi palesa grandi difficoltà, in quello che è il suo primo match ufficiale dell’anno, ad adattarsi al giudice di linea elettronico: le vengono chiamati, infatti, numerosi falli di piede, soprattutto nella parte iniziale del match. Va detto inoltre che l’azzurra ha cambiato racchetta rispetto al passato ed i primi minuti sono sembrati anche di adattamento al nuovo attrezzo in partita.
Finisce invece al secondo turno il torneo per Elisabetta Cocciaretto. La marchigiana è stata sconfitta dalla ceca Karolina Pliskova, numero 6 delle classifiche mondiali, con il punteggio di 6-3 6-2 in un’ora e 17 minuti. Per l’ex numero 1 del ranking ci sarà ora l’americana Danielle Collins, con la quale non ci sono precedenti. Per l’azzurra, se le cose dovessero rimanere come sono ora, ci sarebbe l’approdo al numero 126 della graduatoria, che sarebbe il suo migliore in carriera.
La differenza in campo c’è e si nota in maniera abbastanza veloce, ma Cocciaretto fa in modo di reggere l’urto il più possibile. Prova ne è un assai lottato terzo game, in cui l’azzurra finisce per salvare ben sette palle break, di cui tre consecutive, portando a casa il 2-1 dopo venti punti. Il tutto dopo esser stata 0-30 nel primo turno di servizio di Pliskova, che il break lo trova comunque sul 3-3, alla decima occasione complessiva. Stesso copione si ripete nel nono e decisivo gioco, che conclude il parziale.
Il secondo set inizia in maniera piuttosto equilibrata, senza grandi scossoni nel due turni di battuta, ma di nuovo l’accelerazione della ceca arriva a metà parziale. L’azzurra annulla di personalità due chance del 4-2, la seconda con un bel rovescio lungolinea, ma nei minuti successivi non riesce a tenere e deve subire il maggior peso di palla della più celebre delle Pliskova, che s’invola verso il successo e lo porta a casa al secondo match point.
Al netto di un ottimo rendimento con la prima (87.5% di punti vinti, 21 su 24), in una proiezione futura Karolina Pliskova avrà un maggior bisogno di servire proprio la prima in campo: oggi l’ha fatto il 53.3% delle volte (24/45). Impietoso il fatto che abbia vinto quasi il 70% dei punti in risposta, aggredendo decisamente la seconda di Cocciaretto.

Giorgi ko, derby alla Trevisan: gli highlights del match

WTA, Yarra Valley Classic
Muguruza spazza via Vondrusova e trova Barty in finale
06/02/2021 A 07:56
WTA, Yarra Valley Classic
Giorgi, altri guai fisici: l'azzurra si ritira con la Kenin
02/02/2021 A 07:22