Buone notizie arrivano da Monterrey (Messico). L’azzurra Jasmine Paolini (n.100 del mondo) ha sconfitto in rimonta la giapponese Nao Hibino (n.81 WTA) per 3-6 6-2 6-3 in 1 ora e 55 minuti. Una partita nella quale l’azzurra ha avuto il merito di reagire dopo il primo parziale perso, trovando nel suo tennis tecnico le risposte che desiderava. La nostra portacolori, dunque, affronterà nel prossimo round la slovacca Anna Karolina Schmiedlova (n.111 del mondo) che ha sconfitto per 6-4 6-0 la britannica Katie Boulter (n.318 del ranking).
"Tutto lo sport di Eurosport LIVE, Ondemand e senza pubblicità per un anno intero a metà prezzo!"
Nel primo set Paolini non trova efficacia nel fondamentale del servizio. Dopo aver annullato una palla break nel primo gioco, l’azzurra subisce i break del quinto e nono game che valgono la chiosa della frazione. Jasmine fatica a far male con la sua velocità di palla e per la giapponese è semplice conquistare la frazione sul 6-3.
WTA, Dubai
Muguruza, primo titolo dopo 2 anni: Krejcikova si arrende in finale
13/03/2021 A 18:28
Nel secondo set l’italiana è abile a cambiare lo spartito, facendo girare il match. Dualmente a quanto avvenuto nel parziale precedente, la n.100 WTA trova il modo di mettere in difficoltà la nipponica da fondo, costringendo quest’ultima a commettere tanti errori negli scambi. I break del terzo e settimo game sono la logica conseguenza di quanto visto sul campo e la tennista del Bel Paese con merito si aggiudica la frazione sul 6-2.
Nel terzo set, dopo uno scambio iniziale di break e di contro-break, Paolini cambia marcia annullando due palle break nel quarto gioco. Nel successivo, infatti, Jasmine crea lo strappo decisivo che le consente di arrivare con fiducia al nono game e di imporsi con il secondo break del parziale sul 6-3. Cala il sipario sulla sfida con l’azzurra che totalizza 4 ace, il 64% dei punti raccolti con la prima di servizio e il 51% con la seconda, ottenendo inoltre il 51% dei quindici in risposta alla seconda di Hibino.

Stojanovic b. Trevisan 6-3 6-2

Niente da fare per Martina Trevisan (n.89 del ranking). La toscana si è dovuta arrendere nel primo turno del WTA di Monterrey (Messico) alla serba Nina Stojanovic (n.95 del ranking) con il punteggio di 6-3 6-2 in 1 ora e 28 minuti di match. Una partita nella quale Trevisan, dopo un buon inizio, ha smarrito la retta via non trovando le soluzioni per far male alla propria rivale.
Nel primo set l’avvio è tutto di marca italiana: l’azzurra, dopo aver annullato una palla break ai vantaggi, strappa il servizio a sua volta alla balcanica e si porta sul 3-0. Dal quarto gioco, però, Martina subisce un parziale di 6 giochi a zero, con Stojanovic che sale letteralmente in cattedra. La profondità dei colpi si rivela l’arma vincente della serba che, quindi, sul 6-3 si aggiudica la frazione.
Nel secondo set il canovaccio non cambia e la tennista del Bel Paese perde malamente a zero il turno in battuta del secondo game. Fatica tremendamente Trevisan con il fondamentale del servizio e, dopo aver salvato una palla break nel quarto gioco, capitola nel sesto. L’italiana ha uno scatto d’orgoglio nel settimo game, conquistando il parziale contro-break, ma Stojanovic non si disunisce e sul 6-2 pone fine alle ostilità, forte di 7 ace, del 72% dei punti vinti con la prima di servizio e del 44% dei quindici raccolti in risposta alla seconda di Trevisan.

I 10 colpi migliori di Serena Williams agli Australian Open

Laver Cup
La Laver Cup è in esclusiva su discovery+
UN' ORA FA
ATP, Metz
Sonego eliminato a Metz: fuori agli ottavi contro Rune
17 ORE FA