Nella conferenza stampa tenuta dal presidente del Consiglio Mario Draghi e il ministro della Salute Speranza è emerso che a partire dal 26 aprile, dove l’indice di contagio consentirà alle varie regioni di rientrare nella fascia a classificazione di rischio basso (zona gialla), sarà possibile praticare attività all’aperto, tra queste il calcetto.
La prima data chiave è il 26 di aprile, quando ripristiniamo le zone gialle, investendo sugli spazi aperti. Poi c'è una road map che ci accompagnerà e che monitoreremo passo dopo passo.
Sarebbe una vera svolta per gli amanti di questo sport, il più diffuso in Italia. Il mondo delle discipline di contatto amatoriali è fermo da più di sei mesi, esattamente dal dpcm dello scorso 18 ottobre 2020. In realtà si trattò solo di una parentesi, scaturita dalle riaperture estive.
Tutti Gli Sport
McGregor il più pagato dell'ultimo anno, seguono Messi e Ronaldo
13/05/2021 A 14:46



COSA È CAMBIATO PER GLI SPORT DI CONTATTO ALL’APERTO?

La scelta, quasi a sorpresa, di tornare a fare qualsiasi tipo di sport all'aperto, anche quelli di contatto come il calcetto, basket o beach volley, trova radici dai dati dell’Health Protection Surveillance Centre (HPSC) che monitora la diffusione del coronavirus in Irlanda.
Dall’analisi è stato appurato che solo un caso su mille è attribuibile alla trasmissione del virus all’aperto. Fino al 24 marzo, emerge dalla ricerca, sono stati rilevati 232.164 casi di Sars-CoV-2 ma solo 262 erano legati al contagio all’aperto, cioè solo lo 0,1%.
Ovviamente, ripetiamo, le attività potranno essere ripristinate solo in zona gialla, ma questo resta comunque un grande segnale di riapertura per lo sport e l’intero Paese. Non resta che riattivare tutte le chat e giocare (responsabilmente).


Diamanti: “Serie A falsata senza tifosi. Non riesco a guardarla”

Tutti Gli Sport
Palestre e piscine: tutte le regole per la ripresa dello sport
06/05/2021 A 11:12
Tutti Gli Sport
Lo sport respira: rimborsi per oltre 60 milioni dal "Sostegni bis"
04/05/2021 A 09:45