3721 preferenze su 17095 voti totali. È questo il consenso che ha ricevuto Dorothea Wierer nel sondaggio della Eurosport Cup per eleggere l'atleta italiano del 2020. Una sfida tra nostri 10 grandi portacolori, che negli ultimi dodici mesi hanno portato in alto l'orgoglio azzurro e ci hanno fatto sognare, appassionare e tifare negli sport più disparati, cercando di farci vivere con più leggerezza un anno complicato. L'atleta altoatesina ha trionfato in maniera piuttosto netta grazie al vostro consenso sui nostri social, mettendosi alle spalle gli altri italiani che si sono distinti in questa annata.
La classifica completa: 1. Dorothea Wierer 3721; 2. Jannik Sinner 2907; 3. Filippo Ganna 2791; 4. Federica Brignone 2229; 5. Michela Moioli 1336; 6. Benedetta Pilato 1027; 7. Enea Bastianini 828; 8. Odette Giuffrida 763; 9. Nico Mannion 749; 10. Martina Trevisan 744.
Tutti Gli Sport
I 23 libri di sport da regalare a Natale
18/12/2020 A 09:05

Il 2020 di Dorothea Wierer

Un 2020 clamoroso, forse irripetibile, quello di Dorothea Wierer. Perchè vincere è estremanente complicato, ma ripetersi lo è ancora di più. La nativa di Anterselva ha iniziato bene la sua stagione, vincendo subito un paio di sprint, inanellando podi in serie e facendo capire alla concorrenza che nella lotta per la Coppa del Mondo bisognava fare di nuovo i conti con lei, che era campionessa uscente. Una continuità di rendimento straordinaria e una precisione al tiro che meriterebbe ampi studi l'hanno fatta volare ben presto in cima alla classifica e messo i presupposti per un finale d'inverno indimenticabile. A partire dal Mondiale di casa, dove la pressione e le aspettative erano altissime. E davanti alla sua gente, Dorothea ha scritto pagine indelebili per il biathlon e lo sport azzurro in generale. Due ori (inseguimento e individuale) e un argento (partenza in linea) nelle prove individuali, oltre a un argento nella staffetta mista. Wierer è entrata nell'olimpo delle discipline invernali (e non solo) nel giro di dieci giorni, mettendo il biathlon sulla cartina geografica di migliaia di nuovi appassionati.

Dorothea Wierer, il bis mondiale è realtà: rivivi l'impresa nella 15km individuale

Dal Mondiale alla Coppa del Mondo

Ma non è tutto. Perchè Anterselva poteva anche portare ad un naturale appagamento, a un rilassamento fisico e mentale più che comprensibile. Ed infatti, è dopo la gloria che lei ha vissuto il momento più difficile della stagione. Perchè la norvegese Tiril Eckhoff, irriconoscibile nella sua versione iridata, è tornata ad essere una schiacciasassi e rimettere in discussione la classifica generale di Coppa del Mondo, che Wierer pareva avere in pugno. Il finale di stagione è stato palpitante e drammatico, nonchè già condizionato dall'emergenza coronavirus, tra rinvii e gare annullate. E il braccio di ferro si è deciso all'ultima gara, anzi, all'ultimo poligono. Eckhoff, in veemente rimonta e con la Coppa in pugno, Wierer che non molla un centimetro. La norvegese va in crisi, spara a salve sulla pressione dell'azzurra e getta al vento la Coppa. Che torna a casa di Dorothea, per la seconda volta consecutiva. Nel biathlon femmiile non succedeva da 18 anni. Un bis di fila che in casa Italia non era riuscito neanche a mostri sacri come Manuela Di Centa, Gerda Weissensteiner e Michela Moioli. Pazzesca.

"Ha fatto il miracolo!": Wierer vince la 2a Coppa del Mondo

Tutti Gli Sport
Palestre e piscine: tutte le regole per la ripresa dello sport
06/05/2021 A 11:12
Tutti Gli Sport
Lo sport respira: rimborsi per oltre 60 milioni dal "Sostegni bis"
04/05/2021 A 09:45