Una tre giorni di grande importanza, quella che si è svolta a Granada, in Andalusia. Il segretario generale/CEO FISU Eric Saintrond, FISU, dopo un discorso introduttivo, ha sottolineato l’importanza del meccanismo domanda-risposta come modo di crescere insieme verso le Universiadi invernali che si terranno nella città spagnola nel 2015.
Non a caso, le domande sono state tante e di diversa natura, dai trasporti alle infrastrutture che comporranno questo progetto. Dove e quali saranno gli hotel che verranno messi a disposizione delle delegazioni? Quali quelle dedicate al reparto medico-sanitario? In quale modo avverrano i controlli antidoping? Quale sarà il meccanismo di accredito per la stampa? Sarà possibile effettuarlo online? Domande, queste, cui il Comunicato organizzatore ha dato precise ed esaurienti risposte, che saranno contenute in un documento indirizzato a tutte le federazioni che parteciperanno all’Universiade invernale.
Leonz Eder, vicepresidente FISU, ha sottolineato l’importanza dei termini e la necessità organizzativa di avvisare, da parte delle delegazioni, il prima possibile riguardo a particolari bisogni oltre che di quanto sia fondamentale rispettare le scadenza nel processo di avvicinamento all’evento.
FISU
Napoli 2019, il conto alla rovescia è iniziato
31/12/2016 A 15:10
Kairis Ulp, a capo della Commissione di supervisione delle Universiadi invernali ha ringraziato il Comitato per il grande lavoro durante questa tre giorni di incontri.
Ignacio Pipo, CEO del Comitato organizzatore, ha infine dato appuntamento tra quattro mesi, quando comincerà ufficialmente l’edizione 2015 delle Universiadi invernali.
FISU
FISU celebra la giornata internazionale degli studenti
30/11/2016 A 11:44
FISU
Grande successo per la 3×3 FISU World University League
31/10/2016 A 13:33