Non si sblocca l’equilibrio in questa Coppa America, ma si pagano cari gli errori in partenza. E’ questa la sentenza della 3a giornata di regate di America’s Cup, dove in condizioni di vento ancora molto leggero – tra i 7 e i 9 nodi – la differenza viene fatta ancora una volta dalla fase di partenza. Non meriti in questo caso, ma due piccoli errori, identici, da una parte e dall’altra. Le due regate infatti sono caratterizzate dalle imbarcazioni che nel box di partenza non riescono a far partire la fase di volo per tempo, evidenziando le difficoltà in queste condizioni di vento molto leggero. Succede a Team New Zealand in Gara-5 e a Luna Rossa in Gara-6, con due regate così immediatamente compromesse dal punto di vista della reale competizione, compromessa appunto già nella fase di partenza. La terza giornata si chiude così ancora in parità, con un punto a testa che regala il 3-3 complessivo in classifica. Domenica mattina altre due regate in condizioni meteo che, previsioni alla mano, dovrebbero rimanere simili. Sarà fondamentale dunque evitare, per entrambe, le piccole imprecisioni viste stanotte.

Luna Rossa in azione durante la 36a America's Cup contro Team New Zealand

Credit Foto Getty Images

Gara-5: Luna Rossa domina, New Zealand sbaglia in partenza

America's Cup
Luna Rossa stuzzica, New Zealand risponde: 2-2 dopo 2ª giornata
12/03/2021 A 03:52
Giornata caratterizzata da un vento leggerissimo, tra i 7 e gli 8 nodi – limite minimo 6,5 – e sul campo di regata A, il più esposto alla brezza del mare e con minori salti di vento. L’ingresso mure a sinistra di Team New Zeland non è sfruttato a pieno da Peter Burling. Per la prima volta in 5 sfide infatti la partenza viene stravinta da Luna Rossa, che riesce a gestire alla grande lo spazio/tempo sulla starting line. Non si può dire la stessa cosa dei neozelandesi, che non riescono a far partire immediatamente la fase di volo e di fatto pagano praticamente subito 200 metri di svantaggio. Questo si traduce nel distacco maggiore mai registrato in 5 sfide al Gate1 dopo la prima bolina, ben 32 secondi. Distacco che rimane invariato anche dopo la prima poppa al Gate 2. Una regata insomma che si mette subito bene per Luna Rossa, che approfitta del grande vantaggio costruito nel box di partenza e di fatto controlla tutta la regata. Al Gate 3 New Zealand rosicchia qualcosa e gira con 22 secondi di distacco, ma dopo la seconda poppa Luna Rossa torna a 27 secondi di vantaggio. L’ultimo lato di bolina è il più combattuto in termine di virate di copertura, ma i neozelandesi restano comunque dietro di 23 secondi al Gate 5. L’ultima poppa però è in controllo di Luna Rossa, che chiude così vincendo la 5a regata con 18 secondi di vantaggio.

Gara-6: Luna Rossa rende ‘il favore’, tutto facile New Zealand

Se l’errore in partenza in Gara-5 l’avevano fatto i neozelandesi, in Gara-6 è Luna Rossa a rendere ‘il favore’ agli avversari. L’equipaggio italiano infatti non riesce a sfruttare l’ingresso per primo nel box mure a sinistra, e in condizioni di vento molto basso è questa volta Luna Rossa a non riuscir a far partire la fase di volo per tempo sulla starting line. Si replica dunque tale e quale lo scenario visto nella regata precedente, ma a parti inverse. New Zealand entra e ha già più di 200 metri di vantaggio su Luna Rossa, gestendo così una regata in maniera ancor più semplice di quanto non abbia fatto l’equipaggio italiano in Gara-5. Al termine della prima bolina i kiwi hanno già 51’’ di vantaggio, che diventano un minuto e 7 secondi dopo la prima poppa. Davvero tutto facile dunque per Burling, che finisce col guadagnare in ogni successivo gate: 1:05; 1:13; 1:22 fino al minuto e 41 del traguardo finale. Dopo 3 giornate di regate dunque la situazione va sul 3-3.

Luna Rossa-New Zealand 2-2: gli highlights in 100 secondi

America's Cup
L'alfabeto della vela: le parole da conoscere per tifare Luna Rossa
03/03/2021 A 14:06
America's Cup
Da Azzurra a Luna Rossa: la magia della Coppa America
12/02/2021 A 16:23