Mentre è in pieno corso di svolgimento la Finale di Prada Cup tra Luna Rossa ed Ineos UK, con la speranza che si possa tornare in acqua sin da giovedì 18 febbraio, i detentori di Team New Zealand proseguono nello sviluppo della barca in vista dell’America’s Cup che scatterà sabato 6 marzo.I padroni di casa non gareggiano dalle World Series dello scorso mese di dicembre. All’epoca avevano destato una grande impressione, ma al tempo stesso avevano perso anche contro American Magic, che ormai da settimane è già stata estromessa dalla competizione.

Che brivido! American Magic si ribalta: il video

Insomma, nonostante i rumors si susseguano, non sapremo sino alla prima regata della Coppa America quale sarà il vero valore di Te Rehutai. Qualcuno ipotizza che abbia le carte in regola per ‘ammazzare’ la competizione, magari con un perentorio 7-0. Per altri si tratta di un’imbarcazione molto estrema, che potrebbe eccellere in determinate condizioni e soffrire in altre (come ad esempio con vento leggero). In queste settimane New Zealand non solo sta osservando con attenzione le regate tra Luna Rossa ed Ineos UK, studiando gli avversari nei minimi particolari, ma chiaramente sta affinando l’evoluzione della barca. I Kiwi stanno sperimentando delle soluzioni innovative che potrebbero realmente rifilare uno scacco matto ai rivali.
Vela
Luna Rossa, velocità supersonica: sfondati i 90 km/h contro Ineos
14/02/2021 A 07:34
Secondo quanto riporta il NZ Herald, i padroni di casa stanno provando in allenamento una randa simile a quella di American Magic, ideale per regatare con venti molto sostenuti. Si tratta di una soluzione che ridurrebbe l’effetto drag e consentirebbe alla barca velocità maggiori di bolina. Peraltro New Zealand sta adottando anche delle nuove vele, denominate in stile ‘Batman’ perché ricordano per forma il noto personaggio dei fumetti e film.
Oggi i neozelandesi sono stati avvistati non distanti dall’isola di Motuihe, circondati da barche da caccia: un membro dell’equipaggio si trovava in acqua all’estremità di uno dei foil, mentre altri erano sul ponte nelle vicinanze. Ad un certo punto si è visto un marinaio salire sull’albero per tirare su la vela ‘Batman’. A questo punto Te Rehutai si è allontanata ed ha cominciato a navigare. Il NZ Herald sostiene che alcuni testimoni oculari abbiano riferito che la barca neozelandese abbia toccato delle velocità di punta che non si sono mai viste prima d’ora nel Golfo di Hauraki.

Poker Luna Rossa! Gli highlights del 4-0 su Ineos

America's Cup
Pagata la tassa d'iscrizione, Alinghi si è iscritta
01/12/2021 A 10:49
America's Cup
America’s Cup 2024: regolamento, novità, cosa che c'è da sapere
17/11/2021 A 14:00