La prima giornata di finali di Prada Cup si apre con il successo di Luna Rossa nelle prime due regate in programma. In condizioni di poco vento nella prima regata, con una brezza proveniente dal mare e senza grossi salti, Luna Rossa stravince la battaglia con quel Ben Ainslie che nelle regate di avvicinamento aveva sempre beffato gli azzurri con un netto 4-0 a favore di Team Ineos Britannia. Una vittoria che dà morale e consapevolezza all'equipaggio italiano anche per la seconda sfida, con una brezza termica a venti più intensi (9-12 nodi la prima sfida, 15-20 nodi la seconda) che restituisce un match race più equilibrato, ma che regala comunque una Luna Rossa capace di imporsi con 26 secondi di vantaggio al cancello finale.

Luna Rossa da sogno! Gli highlights del 2-0 su Ineos

Prima regata: dominio Luna Rossa

Vela
Luna Rossa-Ineos 2-0: ecco come è andata
13/02/2021 A 06:44
Una regata stra-vinta in partenza, con Luna Rossa prima ad entrare nel gate mure a sinistra e a effettuare una sola manovra. Gli inglesi, alla ricerca lato destro del campo di regata, perdono infatti il controllo del volo, non riuscendo a decollare per tempo e incappando anche in una penalità. L’enorme vantaggio dunque costruito dalla squadra italiana in partenza è sufficiente a Luna Rossa per controllare l’intera regata, con Francesco Bruni e James Spithill a guadagnare vantaggio su Ineos lato dopo lato sui 6 gates di regata: 1:20 al primo cancello, poi 1:36, 1:54, 1:57, 2:03 fino all’1:52 dell’ultimo lato in cui gli inglesi tagliano il traguardo finale.
Luna Rossa si dimostra così fortissima in queste condizioni di vento basso, tra i 9 e 12 nodi in partenza (6 il limite minimo). Condizioni per cui Luna Rossa è stata effettivamente progettata, in previsione di un mese di febbraio nel golfo di Hauraki che rispetto allo scorso gennaio dovrebbe appunto prevedere venti leggermente più bassi.

Seconda regata: più lotta, ma 2-0 Luna Rossa

Nella seconda regata la brezza marina rimane costante ma sale tra i 15 e i 20 nodi, quasi una decina di nodi in più rispetto alla prima sfida, obbligando così Luna Rossa alla scelta di fiocchi più piccoli. Condizioni che restituiscono una regata decisamente più equilibrata soprattutto in partenza, dove l’ingresso mure a sinistra degli inglesi regala un match race davvero spettacolare nella fase di partenza. Gli inglesi entrano leggermente avanti, ma è nel primo split che Luna Rossa riesce a costruire un minimo vantaggio prendendo il campo sulla destra, che regala agli italiani un incrocio davanti. Sarà fondamentale perché da lì in poi Luna Rossa resterà sempre davanti, aumentando di gate in gate il proprio vantaggio: 0:11 al primo, 0:17 al secondo, 0:19 al terzo, 0:18 al quarto, 0:26 al quinto fino alla chiusura della regata con 26 secondi di vantaggio a favore degli italiani. Anche con vento leggermente più inteso – ma sempre marino, dunque più costante e senza salti rispetto a quando arriva da terra – Luna Rossa mette in scena un volo stabile e manovre eccellenti, con una comunicazione perfetta tra Bruni, Spithill e Sibello che riescono a gestire i tentativi di attacco e di split di Sir Ben Ainslie.
Dunque Luna Rossa sale immediatamente 2-0. Domani notte altre due sfide. Ricordiamo il regolamento: il primo equipaggio che arriva a 7 regate vinte vince la Prada Cup e va in finale di Americas Cup contro i padroni di casa di team New Zealand.

Luna Rossa in finale! Gli highlights del 4-0 su American Magic

Vela
Ainslie (Ineos): “Luna Rossa più veloce, dobbiamo far meglio"
13/02/2021 A 06:16
America's Cup
Da Azzurra a Luna Rossa: la magia della Coppa America
12/02/2021 A 16:23