Luna Rossa batte American Magic e riscatta la precedente sconfitta contro Ineos UK, restando in corsa per il primo posto del round robin di Prada Cup. Ad Auckland (Nuova Zelanda) la sfida è stata decisa da una paurosa scuffia dell’imbarcazione statunitense che, va detto, aveva dominato i primi cinque lati del percorso. Il team Prada Pirelli incassa dunque un punto prezioso, ma non può certo sorridere per le prestazioni espresse con vento sostenuto.
Sul campo di regata A e con raffiche tra i 14 ed i 17 nodi, Luna Rossa dominava la partenza, ma sin da subito la flotta dello skipper Terry Hutchinson si rivelava costantemente più veloce di bolina. Al primo gate American Magic transitava con 6 secondi di vantaggio, gap che saliva a 13″ nel successivo tratto di poppa.
Vela
New Zealand accecata: "Dunphy complotta contro di noi"
17 ORE FA
L’imbarcazione italiana provava a riavvicinarsi sfruttando un errore in virata degli americani, tuttavia incappava in una sanguinosa penalità per aver oltrepassato il boundary, ovvero il limite che delimita il campo di regata. Patriot, lato dopo lato, continuava a guadagnare terreno sugli azzurri, che accusavano anche un problema tecnico a poppa da verificare nelle prossime ore. Al gate 4 il margine di American Magic era rassicurante: 42″.
Quando la sfida appariva ormai decisa, gli statunitensi commettevano un errore incredibile: una brusca virata al gate 5 faceva letteralmente impennare la barca che, dopo una serie di spaventose oscillazioni, franava nell’oceano! Una scuffia brutale, per fortuna i membri dell’equipaggio non sembrano aver riportato conseguenze. Luna Rossa, a quel punto, sfruttava il regalo inatteso ed andava a tagliare il traguardo indisturbata.
Due vittorie in quattro match race per la compagine italiana, che è seconda in classifica con 2 punti: al comando Ineos UK a punteggio pieno con quattro vittorie. Il bilancio odierno non è però positivo per Luna Rossa. Senza la scuffia di American Magic, oggi sarebbero maturate due sconfitte. Se la contesa con Ineos UK si era rivelata molto equilibrata, non lo è stata per niente quella contro gli statunitensi, molto più veloci sia di bolina sia di poppa. E’ noto che il team Prada Pirelli si esalti in condizioni di vento leggero, tuttavia il gap velocistico nei confronti degli yankee con brezza sostenuta insinua più di qualche preoccupazione.

Prada Cup, highlights 2ª giornata: Luna Rossa vince, Ineos comanda

Vela
Sirena e la America’s Cup: “I Kiwi sono bravi a dire tanto e niente"
22/09/2021 A 12:26
Vela
New Zealand non comunica la sede della prossima America’s Cup!
17/09/2021 A 10:43