Luna Rossa non è riuscita a sconfiggere Ineos Uk nella regata andata in scena stanotte ad Auckland (Nuova Zelanda) e ha così chiuso al secondo posto il round robin della Prada Cup. L’imbarcazione italiana dovrà passare dalla semifinale contro American Magic, l’obiettivo è ovviamente quello di battere gli statunitensi e avere una rivincita contro i britannici nell’atto conclusivo, ma la strada verso il sogno di poter sfidare Team New Zealand per la conquista della America’s Cup è tutta in salita. James Spithill e compagni si sono ben comportati nel Golfo di Hauraki e hanno fatto gara alla pari con l’equipaggio guidato da Ben Ainslie, ma poi si sono dovuti arrendere in un finale molto concitato.

Lo skipper Max Sirena ha analizzato la prestazione dei suoi ragazzi: “È stata una regata interessante, c’era anche molta tensione perché ci sono stati anche tre o quattro rinvii dovuti ai salti di vento, saltava dai 200 ai 270 su un campo di regata molto corto, variava di angolo e anche di intensità. Abbiamo perso ancora una regata durante la quale siamo stati in vantaggio per la gran parte. Non abbiamo fatto bene alcune cose, faremo le analisi“.

Vela
Luna Rossa-New Zealand: così era andata la prima volta
6 ORE FA

Luna Rossa ha anche chiesto una penalità contro Ineos Uk per l’ultimo discusso incrocio, ma la giuria lo ha ritenuto corretto. Max Sirena non si nasconde: “Ci sono tre casi di penalità non concesse che sono cose che dobbiamo capire, anche nell’ultimo lato di poppa avrebbe cambiato il risultato: muro a dritta-muro a sinistra a 40 e passa nodi, siamo sorpresi che non sia stata data una penalità agli inglesi“.

Lo skipper guarda al futuro: “In questo momento sono probabilmente più bravi di noi, a noi non gira. Dobbiamo capire cosa dobbiamo migliorare: la barca va sicuramente bene in bolina, dobbiamo capire come migliorare di poppa. Dobbiamo fare un esame, controllare un po’ tutto e prepararci alle regate contro gli americani, saranno toste. Abbiamo ancora cinque regate da fare, quindi è ancora tutto in gioco (in realtà la semifinale è al meglio delle sette regate, passa chi ne vince quattro, ndr.)”.

America's Cup
Bruni: "Guardiamo New Zealand ogni giorno. Sarà battaglia"
7 ORE FA
America's Cup
Luna Rossa italiana al 100%: chi l’ha costruita?
UN GIORNO FA