“È stato amore a prima vela”, aveva confessato ai nostri microfoni Ruggero Tita nell’ambito dell’intervista in avvicinamento a Tokyo in tempi non sospetti. Un sodalizio nato quasi per caso – quando sia Tita che Banti erano rimasti orfani di compagno – e rivelatosi vincente sin dal Day 1. L’incetta di titoli europei, il titolo mondiale del 2018, la vittoria nella prestigiosa regata di Kiel al rientro dalle pandemia e dopo un 2019 non facile nemmeno dal punto di vista sportivo, ora l’oro memorabile a margine di una Medal Race da maestri. Si erano presentati a Tokyo con ambizioni chiare da medaglia e determinazione feroce, non hanno tradito le attese piazzando l’ombrellino nel long drink.
Il medagliere | Il calendario completo | Gli Azzurri

Tita-Banti, ecco come hanno dominato le qualificazioni

Tokyo 2020
Tita-Banti favolosi, argento già certo nel Nacra 17
01/08/2021 A 05:56

Caterina Marianna

Il primo avvicinamento a 13 anni, su derive e Laser, per seguire il fratello, poi il ruolo di prodiere su classe Hobie e il definitivo convincimento: Caterina Marianna Banti da Roma, scuola Circolo Aniene, era una predestinata della sin dalla tenera età, doveva solo maturare la piena convinzione dentro di sé. Classe 1987, è “esplosa” nel mondo velico dopo il passaggio nella Nacra 17, rivelandosi la partner ideale di Ruggero Tita per domare queste avveniristiche imbarcazioni e volare sull’acqua grazie ai foil. Tre volte velista dell’anno per la Fiv, la coppia Tita-Banti ha sbaragliato al fotofinish la concorrenza della temibile coppia Vittorio Bissaro-Maelle Frascari per guadagnare il pass per Tokyo. Lungimirante, col senno di poi, la scelta della Federazione e ampiamente ripagata da quanto stiamo vedendo nel campo regata di Enoshima.

TITA/BANTI, ARGENTO CERTO: L'ITALIA DELLA VELA TORNA SUL PODIO!

Ruggero

Enfant prodige della classe Optimist, il trentino classe 1992 Ruggero Tita è il volto più noto della coppia mediaticamente parlando. Il suo piano, qualora il Covid fosse stato solo un brutto incubo e non una nefasta realtà, sarebbe stato quello di partecipare alle Olimpiadi di Tokyo nel 2020 per riscattare la sfortunata spedizione di Rio 2016 nella classe 49er in coppia con il prodiere Pietro Zucchetti per poi volare in Nuova Zelanda per partecipare all’avventura di Luna Rossa nell’America’s Cup. Il piano è saltato, ça va sans dire, e per Tita si è stagliata una dolorosa scelta all’orizzonte: o i Giochi o l’America’s Cup. Il velista di Rovereto ha optato per la seconda e rivolto un agrodolce arrivederci a Luna Rossa. Chissà che tutti i suoi sogni non possano davvero materializzarsi: il primo - la medaglia d’oro olimpica a tredici anni di distanza dall’ultima gioia a cinque cerchi per la vela azzurra - s'è già avverato.

TITA-BANTI: "SIAMO VELOCI E CONCENTRATI SULLA MEDAL RACE"

Guarda tutte le gare delle Olimpiadi di Tokyo 2020 abbonandoti a Discovery+: 3000 le ore live, fino a 30 canali in contemporanea dedicati a tutte le 48 discipline e a tutti i 339 eventi previsti. E potrai rivedere quando vuoi tutte le gare nella sezione VOD. Abbonati ora su discoveryplus.it: dal 19 luglio al 1 agosto, 3 giorni di free trial e abbonamento per 12 mesi a 29,90 euro complessivi. Attiva la promozione!

Tita in esclusiva tra Tokyo, Luna Rossa e futuro della vela

Tokyo 2020
Yunxiu Lu trionfa nell'RS:X femminile, Maggetti quarta
31/07/2021 A 10:13
Tokyo 2020
La vela a Tokyo 2020: gare, qualificati, calendario
25/03/2021 A 15:30