Hanno riservato emozioni e sorprese le ultime battute della Vendée Globe, la prestigiosissima regata in solitario e senza scalo che prevede una circumnavigazione del globo, ovvero 24.365 miglia nautiche. Quest’anno la nona edizione si è risolta veramente al fotofinish con il comitato di regata che ha dichiarato vincitore il 48enne skipper francese Yannick Bestaven, a bordo di Maître Coq IV, nonostante abbia tagliato al terzo posto il traguardo a Les Sables d'Olonne, in Francia, a 3 ore, 19 minuti e 46 secondi dal primo classificato, Charlie Davin, rientrato nel porto-canale già nella serata di mercoledì.
Bestaven è riuscito a spuntarla grazie a un abbuono di 10 ore e 15 minuti assegnatogli da una giuria internazionale per il suo impegno nella ricerca nella ricerca in mare di un altro concorrente, Kevin Escoffier naufragato a 500 miglia da capo di Buona Speranza, con la barca colata a picco in pochi secondi e in serio pericolo di vita.
Vela
American Magic si impenna e rischia una nuova scuffia!
28/01/2021 A 07:40
Questo bonus ha riscritto la classifica e permesso a Bestaven di laurearsi campione con 2 ore, 31 minuti e 1 secondo di margine su Charlie Davin e 6 ore, 40 minuti e 26 secondi su Louis Burton (secondo arrivato al traguardo). Bestaven alla vigilia non era considerato uno dei favoriti ma è stato tra gli skipper più costanti e che si sono maggiormente distinti con ben 26 giorni trascorsi in vetta alla classifica (il 32% dell'intera Vendée Globe).
È come essere in un sogno – ha raccontato Bestaven all’arrivo - È strano: arrivi da giorni e giorni di totale solitudine e ti trovi davanti questa folla, questi fuochi d’artificio, queste luci. Nonostante il Coronavirus è bello vedere tutte queste persone accorse per celebrarci. È pura gioia e non l’ho anche realizzata. Vincere la Vendee Globe era il sogno che coltivavo sin da bambino”.
L’Italia attende nelle prossime ore l’arrivo dell'italiano Giancarlo Pedote, previsto nel pomeriggio italiano. Il fiorentino ha corso una regata da urlo e al momento è in vista di una prestazione storica – il settimo posto – che lo rende l'italiano più forte che abbia mai partecipato alla regata velica più estrema nel mondo del grandi marinai.

Luna Rossa ko con Team Ineos, guarda gli highlights

America's Cup
Rivoluzione in acqua: nascono i chase boat a idrogeno
08/06/2021 A 16:08
America's Cup
America's Cup all'Isola di Wight nel 2023? Luna Rossa ci sarà
08/06/2021 A 13:23