Il suo primo match su un ring della WWE è durato soltanto 33”, ma si è concluso con una grande vittoria di fronte al suo pubblico: a Monaco di Baviera, 7.000 persone hanno assistito al debutto di Tim Wiese, ex-portiere della nazionale tedesca, nel mondo del wrestling professionistico, e l’hanno visto dominare anche nel suo nuovo ambiente.
Wiese, presentatosi sul ring con il soprannome di “The Machine” (modificato rispetto all’iniziale “The Bad Guy” con cui si era preparato per mesi alla sua prima esibizione nella WWE), ha combattuto in un trio assieme a Cesaro e Sheaumus, e ha battuto Primo, Epico e Bo Dallas con un Big Splash, ossia un tuffo sull’avversario a terra.
WWE
Nessun perdono per Chris Jericho
29/05/2012 A 13:37
“È stato soltanto un riscaldamento contro i bambini – ha commentato salacemente Wiese festeggiando il successo -. Adesso voglio un combattimento contro uomini veri. Sono sempre stato molto ambizioso, e proprio grazie alla mia ambizione sono arrivato fino a giocare in nazionale. Da wrestler, ho la stessa ambizione che ho avuto da calciatore: a dicembre compirò 35 anni, e credo che sia l’età giusta per questa disciplina. Non ho paura quando mi trovo sul ring, anzi, sono gli altri che devono avere paura di me”.
WWE
The Miz: "Adoro la gente che mi insulta..."
19/04/2012 A 10:31
WWE
Infortunio per Beth Phoenix
19/05/2010 A 12:37