L'evento di questo fine settimana al Circuito Pau-Arnos segna il ritorno della Francia nel Mondiale Turismo FIA, con la WTCR Race of France al suo debutto sulla pista di 3,030 chilometri.
Unita a quella elettrica del PURE ETCR che condivide il programma con il WTCR - FIA World Touring Car Cup, sarà una due giorni emozionante nel sud-ovest della Francia.

Il rifacimento del calendario annunciato all'inizio di quest'anno, che ha portato alla sospensione della tappa asiatica del WTCR per un altro anno a causa delle restrizioni di viaggio dovute alla crisi sanitaria globale, ha aperto la strada per la Francia, insieme alla Repubblica Ceca e alla Russia, a comparire nel rinnovato programma europeo del WTCR del promotore Eurosport Events.

Questo è ciò che il presidente della Fédération Française du Sport Automobile, Nicolas Deschaux, ha detto in vista del ritorno della Francia sotto i riflettori del touring car internazionale.

Cosa ne pensi del fatto che la Francia apparirà per la prima volta nel calendario del WTCR?
"È un grande onore per la Francia ospitare di nuovo un evento del turismo internazionale, con il WTCR e il finale del PURE ETCR. Il mondo scoprirà il nostro magnifico circuito di Pau-Arnos, tecnico e collinare. Eric Barbaroux, che ha lavorato nella nostra federazione in passato, e Bernard Teulé hanno realizzato l'impresa di organizzare l'evento in appena due mesi. Congratulazioni a loro".

Quanto sono importanti le corse automobilistiche per la FFSA?
"Le corse automobilistiche sono sempre state importanti per noi. Durante l'era del WTCC, avevamo un round francese che si svolgeva sul circuito di Pau-Ville, poi più tardi al Paul Ricard. La Francia era degnamente rappresentata da Citroën Racing come costruttore e da piloti di talento come Sébastien Loeb e Yvan Muller. Ospitare una serie incentrata sulle nuove energie come il PURE ETCR, su un circuito che fa parte del nostro patrimonio motoristico nazionale, renderà l'evento unico. Promuovere questo mix di innovazione e tradizione riflette perfettamente la visione della FFSA per i prossimi anni".

Cosa vi fa credere che questo evento sarà un successo?
"Conosciamo tutti il talento e l'esperienza di Eric Barbaroux attraverso la sua carriera di organizzatore dell'ePrix di Parigi e la sua azione per le nuove energie. Poi, la novità che il circuito di Pau-Arnos per le squadre e i piloti rappresenta una risorsa non trascurabile. Infine, la copertura televisiva di Eurosport e l'interesse dei media francesi che seguiranno i nostri concorrenti Nathanaël Berthon, Yann Ehrlacher, Jean-Karl Vernay e Yvan Muller darà risonanza all'evento. Nonostante un periodo di organizzazione e di promozione molto breve, i fan saranno presenti".
WTCR
I Campioni WTCR 2021: Yann Ehrlacher**
8 ORE FA
The post Intervista WTCR con il presidente della FFSA, Nicolas Deschaux: “È un grande onore per la Francia ospitare di nuovo un evento internazionale di auto turismo” appeared first on FIA WTCR | World Touring Car Cup.
WTCR
Monteiro torna in Portogallo per continuare le terapie
IERI A 12:06
WTCR
WTCR VTB Race of Russia: le parole dei primi 3 dopo le Qualifiche
IERI A 06:54