Spettacolare. E' l'aggettivo migliore per descrivere il nuovo circuito argentino di Termas De Rio Hondo. Una pista larghissima, molto varia, che permette alle vetture del Mondiale Turismo di sbizzarrirsi il più possibile, alla ricerca di traiettorie differenti e di sorpassi sempre al limite. Così ne vengono fuori due gare molto combattute: la prima vinta dal solito Yvan Muller, che dalle prime prove libere del venerdi, dimostra che lui e la sua Chevrolet Cruze ne hanno di più di tutti su questo tracciato. La seconda gara invece è storica: a vincere è il debuttante di casa Josè Maria "Pechito" Lopez. L'argentino ieri si è qualificato in decima posizione con la sua BMW, così in gara-2, partito in pole, vince in completa solitudine. Ma vediamo nei dettagli cosa è successo in questa domenica.
MULLER IN SOLITARIA - Ci vogliono due giri di formazione prima del via alla gara. Muller parte benissimo e vola via indisturbato. Dietro si scatena la bagarre: Chilton sbaglia e indietreggia al quarto posto, mentre Tarquini al primo giro va lungo alla curva 11 e si ritrova settimo. Michelisz è secondo e rallenta il resto del gruppo composto da Oriola, Chilton e Nykjaer. Al quarto giro il pilota del team RML sorpassa Oriola, mentre dietro Nash tocca Michelisz e Nykjaer penalizzandoli notevolmente. Ne approfitta Tarquini, che si riporta al quarto posto. Ottima gara di Huff e Monteiro che, dal fondo dello schieramento, recuperano fino alla zona punti. Bella gara anche del debuttante Lopez che, partito decimo, supera Nykjaer e si porta al quinto posto. Dopo tante botte, si conclude il gran premio dopo 11 giri. Vince un indisturbato Muller, davanti a Oriola che nel finale di gara riesce ad avere la meglio su Tom Chilton. Buon quarto posto di Tarquini, che finalmente torna a punti dopo due zero consecutivi.
PAZZESCO LOPEZ, VINCE AL DEBUTTO - In gara-2 si invertono i primi 10 della qualifica, ed è il debuttante Lopez a partire davanti a tutti con la sua BMW. Al suo fianco c'è Nykjaer, ma parte male e si fa infilare dalle Honda Civic di Monteiro e Tarquini. Dietro Muller parte allo sbaraglio, e duella con Pepe Oriola. Dopo qualche giro c'è grande battaglia tra Tarquini e Nykjaer, con l'italiano che va lungo in una curva e si fa infilare anche da Nash, mentre Muller continua a scalare la classifica. Sfruttando le diverse bagarre, sua maestà Yvan Muller è già terzo alle spalle di Monteiro, mentre dietro Nash e Nykjaer si toccano, regalando a Tarquini la quarta posizione. Al quinto giro c'è il colpo di scena: in staccata Muller tampona violentemente Monteiro e lo manda fuori strada. La direzione gara non ha dubbi ed infligge un drive through al pilota della Cruze. Ne approfitta Tarquini che si rtrova secondo e Oriola terzo. Finisce così, con l'argentino Lopez che vince al debutto nella categoria.
WTCR
FIA Action of the Year, votate il WTCR!
3 ORE FA
In classifica mondiale Muller sale a 312 punti, seguito da Nykjaer a 180 e Tarquini a 166. Poi Nash 146, Huff 139, Chilton 130, Oriola 125, Michelisz 111, Coronel 100 e MacDowall 73. Con quattro gare al termine, Muller potrebbe laurearsi campione già dal prossimo appuntamento. Altro mese di stop per il WTCC. si torna in pista la prima di settembre in California.
Segui il FIA World Touring Car Championship in Diretta ed Esclusiva su Eurosport! E' anche sull'Eurosport Player e naturalmente sul sito eurosport.yahoo.com!
WTCR
I Campioni WTCR 2021: Cyan Racing Lynk & Co**
20 ORE FA
WTCR
Vervisch: “Non mi aspettavo il secondo posto, ma abbiamo lottato duramente”
05/12/2021 A 08:17