Nanterre 92 - Dolomiti Energia Trento 65-71

A cura di Marco Arcari. Non conosce ostacoli, per ora, il cammino di Trento in EuroCup. La squadra allenata da Nicola Brienza espugna il parquet di Nanterre e fa 3/3, centrando così il primato del Gruppo D. La Dolomiti Energia parte soffrendo molto la presenza e la fisicità di Alpha Kaba (6-2), ma poi si scioglie in fase offensiva e comincia a macinare grandi giocate e punti in rapida successione. Tyler Stone, ex-Brindisi, e Isaia Cordinier martellano però dalla distanza (6 a testa per il duo di Nanterre) e così al 7’ i padroni di casa sono sul 15-9. Brian Conklin, con 6 punti consecutivi, e le triple, lanciano ulteriormente la squadra di coach Donnadieu, che corona un break di 9-0 e chiude il 1° quarto in netto vantaggio (24-13). Trento inizia decisamente meglio il 2° quarto, trovando un mini-parziale di 0-5, e ritrova Luke Maye (gravato di 2 falli nel periodo iniziale) per i canestri della rimonta e la bomba del sorpasso (28-29) al 16’. Nanterre fatica molto di più a muovere la palla e a trovare canestri facili nel pitturato avversario, oltre a incassare un break complessivo di 0-11. Tocca allora a Chris Warren piazzare 5 punti in fila per rilanciare i padroni di casa e interrompere il buon momento degli ospiti (33-31 al 18’), costringendo coach Brienza al timeout. Gary Browne chiude però il primo tempo con 2 grandi canestri in rapidissima successione (12 nel 2° quarto per lui) e così al 20’ Trento è nuovamente avanti (35-36), complice anche un’ottima fase difensiva in tanti possessi.

Serie A
Highlights: Virtus Bologna-Reggio Emilia 67-77
IERI A 17:38

Kelvin Martin decolla sopra al ferro di Nanterre con una schiacciatona

La ripresa si apre con grande lotta agonistica nei due pitturati e con la Dolomiti Energia che però fatica a limitare le palle perse (4 in meno di 4’) e non trova il canestro da oltre l’arco dei 6.75 (0/4 consecutivo). La coppia Martin-Williams decide allora di fare la voce grossa sotto i tabelloni e in fase di non possesso, oltre a risultare protagonista dello 0-7 con cui gli ospiti volano sul massimo vantaggio (38-45 al 26’). Le bombe di Cordinier e Warren rimettono però tutto in discussione (50-50) a fine 3° quarto, tenendo a galla i padroni di casa nonostante le calanti percentuali da 2 e l’aumentare dei turnovers. Gli errori al tiro caratterizzano buona parte degli ultimi 10’ di gioco, ma Nanterre trova in Conklin un terminale offensivo dal sicuro rendimento (54-55). Jacorey Williams risponde con ottimi movimenti spalle a canestro e mano morbida ed educata, ma per il nuovo tentativo di fuga degli ospiti risultano fondamentali anche le bombe di Jeremy Morgan (56-65 a 4’ dalla fine). Nel finale i padroni di casa provano a evitare il k.o. con le triple, ma Browne sale in cattedra e chiude il match con altri due gran canestri consecutivi. Browne ovviamente MVP indiscusso (18 e 8 assist), ma buonissima prova anche di Williams (10 e 8 rimbalzi).

  • Nanterre: Berhanemeskel 3, Buycks, Fortas n.e., Fevrier, Bouquet 5, Cordinier 19, Kaba 3, Conklin 11, Stone 11, Warren 13. All. Donnadieu.
  • Trento: Martin 6, Pascolo 4, Conti n.e., Browne 18, Forray 2, Sanders 10, Mezzanotte, Morgan 14, Williams 10, Ladurner, Maye 7. All. Brienza.

Highlights: Nanterre-Trento 65-71

* * *

Morabanc Andorra-Virtus Segafredo Bologna 66-82

A cura di Daniele Fantini. Quando Milos Teodosic decide di accendersi, la Virtus entra in modalità bulldozer. Trascinata dal suo leader, MVP a mani basse con 21 punti e 6 assist, Bologna sbanca Andorra con autorità grazie a un mega-parziale di 24-2 costruito a cavallo dei due quarti centrali, infila il terzo successo consecutivo in Eurocup e resta saldamente al comando del C, ancora a punteggio pieno.

Milos Teodosic come Tom Brady: touch-down pass a tutto campo

Dopo un avvio sparato dei padroni di casa, balzati sul 13-4 con una serie di tre triple consecutive, la partita cambia volto alla metà del secondo periodo, quando, dopo qualche minuto sornione, Teodosic decide di mettersi in proprio prendendo il pieno controllo tattico del gioco: il serbo apre il break decisivo sparando 11 punti consecutivi inframezzati da un assist magico per Gamble (vedi il video qui sopra) e risveglia una Virtus segnata, fino a qual momento, da un approccio fiacco, lenta in attacco, poco reattiva a rimbalzo e traforabile in difesa. Spinta sul piano emotivo dal serbo ed energetico da un Amar Alibegovic extra-lusso dalla panchina (16 punti, 7 rimbalzi), Bologna aumenta l'intensità difensiva facendo calare la saracinesca a centro-area e banchetta sull'enorme quantità di conclusioni pesanti spadellate dagli avversari: dopo il 3/3 iniziale, Andorra si affossa con 21 errori consecutivi dall'arco (10/44 alla fine), scavandosi una fossa che la vede precipitare sul -22 a inizio ripresa (30-52).

Josh Adams ha le molle sotto i piedi: stoppata con balzo pazzesco

È ancora Teodosic a raddrizzare il timone dopo un breve momento di sbandamento fisiologico che permette alla squadra del Principato di riavvicinarsi con un contro-break di 10-1 alla metà del terzo periodo: da lì in poi, si apre un lungo garbage-time in cui la Virtus alterna accademia a ottime giocate corali, rifornendo di palloni un Julian Gamble in grande crescita con il trascorrere dei minuti (16 punti, 7/9 al tiro). Nel finale, spazio per tutti e qualche energia conservata per la prossima settimana: Bologna ospiterà l'AS Monaco in un match delicato per gli equilibri di testa del girone. La squadra transalpina è 2-0 e attesa domani (mercoledì) dai belgi di Anversa.

  • Andorra: Garcia 10, Senglin 9, Jelinek 15, Llovet 4, Dime 4; Pauli 4, Olumuyiwa 2, Hannah, Gielo 12, Palsson 6. N.e.: Colom, Pons. All.: Navarro.
  • Virtus Bologna: Markovic 2, Adams 7, Weems 7, Ricci 3, Gamble 16; Tessitori 2, Deri, Abass 2, Alibegovic 16, Hunter 6, Nikolic, Teodosic 21. All.: Djordjevic.

Highlights: Andorra-Virtus Bologna 66-82

Serie A
La Virtus cade contro Reggio, Milano facile su Roma
IERI A 16:59
Serie A
Milos Teodosic è un mago, che finta e che assist per Gamble!
IERI A 16:03