Dopo lo Scudetto 2021, la Supercoppa vinta a settembre, ora anche l'Eurocup che significa Eurolega 2022-23. Si chiude un cerchio per la Virtus Bologna targata Segafredo e riportata ai vertici dal patron Massimo Zanetti. Il popolo bianconero di Basket City trabocca all'interno della Segafredo Arena per il successo 80-67 contro i turchi del Frutti Extra Bursaspor, sempre a rincorrere dall'inizio alla fine. La squadra di Sergio Scariolo diventa la prima finalista italiana a trionfare in una coppa sempre ostica e difficile, quest'anno con una formula che ha mietuto tante vittime, ma non la Virtus. I bolognesi vengono trascinati dal Mago di Valjevo, Milos Teodosic, 21 punti ed eletto MVP della finale, mentre con 13 ci sono Weems e Mam Jaiteh, il centro francese MVP della competizione. Il Bursaspor, dove ave violato Belgrado, Lubiana e Andorra, deve arrendersi alla Virtus: non bastano i 12 punti di Bitim e gli 11 a testa di Needham e Hayes.
La partita vede la Virtus Bologna azzannare da subito il Bursaspor. La squadra di Scariolo si porta sul 14-7 grazie a Teodosic, 8 punti, e a Weems, poi alla fine del primo quarto 25-12, con 5 punti filati di capitan Belinelli. I turchi segnano con enorme fatica, l'ambiente per loro è ostile, viceversa la Segafredo vola a +14 con una tripla dall'angolo di Weems, poi torna al lavoro Teodosic, si tocca il +15 sul 40-25, ma all'intervallo è 41-31, col Bursaspor che ricuce grazie a Holland e a Dudzinski. Al rientro negli spogliatoi Bologna ha il top scorer Teodosic, 11 punti, seguito da Belinelli e Sampson con 9; per i turchi 7 di Holland e 6 con 5 rimbalzi di Dudzinski.
EuroCup
Virtus Bologna-Bursaspor, rivivi il LIVE-Blogging della finale
11/05/2022 A 18:24
La ripresa è diversa, più fisica e spigolosa, il Bursaspor ci crede e risale: a metà terzo periodo è a -9 (50-41), margine confermato al 30' sul 62-53, poi in avvio di ultimo quarto la formazione di Alimpijevic si porta fino a -5 suò 64-59. La Segafredo trema ma non perde la bussola, ci pensano Jaiteh e Shengelia a fare +8, poi sono Belinelli e ancora il centro francese a rispondere a Bitim e Needham, molto insidiosi. Il margine resta attorno alla doppia cifra, la Virtus torna a respirare, e a chiudere i conti è ancora Teodosic: assiste per Jaiteh, canestro in prima persona, e in mezzo una gran stoppata in rimonta di Weems che incendia l'arena. Il Bursaspor alza bandiera bianca, cede 80-67 e al suono della sirena è festa vera.
Milos Teodosic è premiato MVP, poi è capitan Belinelli ad alzare il trofeo e a dare inizio a quella che sarà una notte totalmente a tinte bianconere in quel di Bologna. Ai playoff e allo Scudetto ci si penserà nelle prossime ore, adesso è il momento di godersi un traguardo che nel 2021 era sfuggito in semifinale e che ora è diventato realtà.

Virtus Segafredo Bologna-Frutti Extra Bursaspor 80-67

  • Virtus Bologna: Tessitori, Cordinier, Mannion, Belinelli 12, Pajola, Hervey 4, Jaiteh 13, Shengelia 5, Hackett 1, Sampson 11, Weems 13, Teodosic 21. All. Scariolo.
  • Bursaspor: Holland 10, Sezgun ne, Ozalp ne, Needham 11, Turen, Batuk ne, Al 3, Bitim 12, Andrews 6, Hayes 11, Olmaz ne, Dudzinski 14. All. Alimpijevic.
* * *

Attacco e difesa: Kyle Weems è l'MVP dell'anno solare

EuroCup
Che stagione per Mam Jaiteh, eletto MVP dell'Eurocup
09/05/2022 A 11:51
Serie A
Virtus, il d.g. Ronci: "Con Shengelia c'è una promessa"
21/05/2022 A 13:21