Archiviata l'interruzione del rapporto professionale - con messaggi di stima reciproca - tra Gianluigi Buffon e Paris Saint-Germain, ha rimesso l'ex portiere della Juventus e della Nazionale sul mercato alla veneranda età di 41 anni. E tutto ciò un po' (o forse no) a sorpresa. Al momento, va specificato, l'estremo difensore carrarino non ha ancora esattamente comunicato le sue volontà se non quella di intraprendere una "nuova e stimolante avventura professionale". Ruolo dirigenziale con la Nazionale o con la Juventus. Proseguire la propria carriera di portiere in Serie A? Oppure all'estero, tra Cina, Qatar, Emirati o MLS in Usa? Proviamo a capire...

Gigi non si ritirerà. Adesso mi ha detto che si vuole prendere due giorni di tempo e di tranquillità per riflettere insieme alla sua famiglia sul suo futuro. Dopo l’annuncio dell'addio sono stato bombardato di telefonate, ma ancora non c'è nessuna decisione. Oltre ovviamente alla Juventus, Gigi ha nel cuore la Carrarese, il Genoa e proprio la Lazio. Ha sempre espresso il proprio apprezzamento nei confronti dei biancocelesti, ma hanno già un ottimo portiere come Strakosha" [Silvano Martina, agente di Buffon www.cittaceleste.it, 5/6/2019]
Calciomercato
Edicola: Donnarumma al PSG al posto di Buffon, che "deciderà senza fretta"
06/06/2019 A 06:46

Da dirigente/1: Team Manager della Nazionale (1%)

Due incarichi dirigenziali potrebbero essere proposti a Buffon: team manager alla Lele Oriali (destinato all'Inter) oppure capo delegazione degli Azzurri alla Gigi Riva. Ruoli per cui la figura del Gigi nazionale sarebbe perfetta, specie nell'anno che porterà all'itinerante Euro 2020.

Gigi Buffon crying, Italia-Svezia, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Da dirigente/2: alla Juventus (1%)

Il ruolo sarebbe ancora da definire, certamente - nonostante l'eventuale beneplacito di tifosi, che lo riaccoglierebbero a braccia aperte -, difficile che patron Andrea Agnelli, così come tutta la dirigenza juventina, riscaldi una minestra. Storicamente, non è quasi mai accaduto.

Buffon - Juventus-Milan - Coppa Italia 2017/2018 - Imago pub in ITAxGERxSUIxAUTxHUNxSWExNORxDENxFIN

Credit Foto Imago

Da giocatore/1: alla Roma o alla Lazio (20%)

Non sarà la Champions, ma il club giallorosso - "orfano" della bandiera Daniele De Rossi - è chiamato a ben figurare in Europa League. A Trigoria, nella stagione appena conclusa, si sono registrati non pochi problemi col ruolo di portiere, che ha portato all'accantonamento di un disastroso Robin Olsen. Al suo posto, tuttavia, si è registrato l'exploit delle ultime settimane di un redivivo Antonio Mirante, a cui sembra essere stato promossa la futura titolarità. Possibile anche vedere Buffon, sull'altro lato del Tevere, con la maglia biancoceleste, anche se come ha dichiarato lo stesso Martina, Strakosha è un portiere molto affidabile che ha mostrato tutto l'anno di meritare il posto da titolare. E Buffon, se dovesse tornare in Italia, lo farebbe per essere titolare...

2014, Gigi Buffon, Francesco Totti, AP/LaPresse

Credit Foto LaPresse

Da giocatore/2: al Parma o al Genoa (20%)

Idee sullo stesso piano di realizzazione: sarebbero entrambe due piste romantiche da seguire a caccia di una salvezza tranquilla o, magari, qualcosa in più. Buffon, quindi, potrebbe finire nel club che lo ha lanciato oppure in quello (il Grifone) per il quale è sempre stato tifoso.

Buffon Parma 1999

Credit Foto LaPresse

Da giocatore/3: MLS, Qatar, Emirati o Cina (18%)

E' l'ipotesi meno percorribile, allo stato dell'arte. Buffon potrebbe, sì, essere un'operazione di immagine e commerciale importante e che consegnerebbe al portiere di Carrara un ultimo contratto di altissimo valore. Ma l'esigenza, da quanto dicono i classici beninformati, sarebbe quella di tornare in Italia.

Ligue 1
Il PSG e Buffon si separano: ufficiale l'addio dopo una sola stagione
05/06/2019 A 15:37
Calciomercato
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (02/09)
02/09/2020 A 21:05