"Leo si merita quello che guadagna, sia per motivi professionali che commerciali. Senza la pandemia, il Barcellona avrebbe potuto facilmente pagare quelle cifre". L'ex presidente blaugrana Josep Maria Bartomeu difende le cifre sborsate dal club per l'argentino, più di 555 milioni in quattro anni, come rivelato da 'El Mundo' con la pubblicazione del suo faraonico contratto.
"È un problema molto serio ed è totalmente illegale far trapelare i dettagli dei contratti professionistici - ha proseguito Bartomeu all'emittente catalana Esport3 - Parlare in tv e fare accuse è facile, non è uno scherzo e tutto questo finirà in tribunale". Bartomeu negli ultimi tempi della sua presidenza era diventato il nemico numero uno di Messi: la loro convivenza era diventata impossibile.
Bartomeu ha poi negato di aver fatto trapelare lui stesso i dettagli del contratto di Messi, che prevede anche un premio fedeltà di 38.964.977,05 euro da pagare il prossimo 15 luglio anche nel caso la Pulce, il cui contratto con il Barcellona scade a fine giugno, lasci il club.
Calciomercato 2020-2021
Messi: bonus da 33 milioni anche se lascia il Barça
01/02/2021 A 09:49
"Messi non manda in rovina il Barcellona", gli ha fatto eco l'ex vice Jordi Mestre, che parlando a 'Cadena Ser' ha spiegato che "Avevamo entrate da un miliardo di euro e il suo stipendio potevamo permettercelo. Messi ci aiutava ad incassare così tanto denaro. Quindi chi sostiene che ci ha rovinato o non ha idea di ciò che dice o è in malafede".

Koeman: "Messi è un vincente, abbiamo bisogno di lui"

Liga
Barcellona: "Contratto di Messi? Era un documento privato"
31/01/2021 A 11:25
Calciomercato 2020-2021
Messi e il contratto da 555 milioni che fa fallire il Barça
31/01/2021 A 07:58