Il Milan ha le idee chiare per il futuro. La prossima estate verrà cercato sul mercato un nuovo numero 9, che possa risolvere una volta per tutte il problema del gol. In attesa di capire quello che può dare Origi, Maldini e Massara hanno capito che non possono affidarsi solo a Olivier Giroud e ad Ante Rebic. Per questo, il budget verrà utilizzato soprattutto per regalare a Pioli un nuovo punto di riferimento.

Shevchenko: "Coi 200.000 € raccolti col Milan ricostuiremo stadio a Irpin"

Calciomercato
🗞 Napoli, un miliardo dal Messico per il club e piace Ilic
8 ORE FA

Il profilo di Armando Broja

Armando Broja nasce il 10 settembre 2001 a Slough, in Inghilterra, ma i genitori gli fanno prendere il passaporto albanese. In giovanissima età, ed è lui stesso a raccontarlo in un’intervista a goal.com, passa dal Burnham Juniors al Tottenham: "Un talent scout del Tottenham è venuto a un torneo per osservare un altro giocatore, io mi sono comportato bene, ho vinto il premio come miglior giocatore e sono stato il capocannoniere. Il talent scout è venuto a parlare con me e i miei genitori e ha detto: Mi piacerebbe che vostro figlio facesse un provino con il Tottenham. Ho fatto un solo allenamento e il capo dell'accademia mi ha detto che voleva che firmassi".
Il centravanti racconta poi il passaggio al Chelsea, fortemente voluto: "Il Tottenham ha una grande rivalità con il Chelsea. Sono andato a Cobham per giocare contro di loro e ricordo di essere partito dalla panchina. In quel momento, i grandi scout del Chelsea stavano guardando la partita, così ho pensato che se fossi entrato in campo avrei potuto impressionarli. Subito dopo l'ingresso in campo ho fatto un gol e un assist. Abbiamo pareggiato contro la squadra A del Chelsea, poi abbiamo giocato contro la squadra B e credo che abbiamo vinto 9-0. Ho fatto sette gol! I talent scout del Chelsea sono venuti qui e hanno detto che avrebbero voluto prendermi. Ero felicissimo".

Il primo segnale di crescita

Una volta chiusa la parentesi giovanile, nel 2020 Broja viene parcheggiato al Vitesse. La prima stagione tra i grandi non va affatto male - 30 presenze in campionato, 10 gol e 2 assist -, ma al suo ritorno al Chelsea viene immediatamente rispedito in prestito al Southampton. Il giovane non si perde d’animo, e con i Saints fa addirittura meglio: 38 presenze in tutte le competizioni, 9 gol ed un assist. A fine anno, giustamente, torna con i Blues e ci rimane.

Milan, Dida: "Maignan è tra i 6 migliori portieri del mondo"

Attacco forte in area e dinamico

È un centravanti che abbina un fisico sviluppato e potente ad una buona tecnica di base. Alto un metro e 91, gli piace attaccare la profondità e non disdegna il dialogo con i compagni. In area ha un buon senso della posizione e arriva spesso al gol. Il suo atteggiamento in fase di non possesso è sicuramente molto positivo, vista la “cattiveria” e la grinta che ci mette in fase di recupero e pressing. Disegnato su misura per Pioli.

Prezzo

Il Milan al momento lo segue con molta attenzione, anche se non c’è stato nessun tipo di contatto ufficiale per ora. Il prezzo al momento, circa 30 milioni di euro, rientra nel range economico in cui possono operare i rossoneri.

Milan, le avversarie del girone E di Champions League

Calciomercato
🗞 Milan-Ziyech, obiettivo prestito con diritto. Inter, contatto Truffert
IERI ALLE 07:44
Calciomercato
Leão apre al rinnovo: "La prima riunione con Maldini è stata positiva"
30/11/2022 ALLE 12:05