===Le pagelle della JUVENTUS==

Wojciech SZCZESNY 7 – Paratona decisiva con i piedi nel finale di tempo su Djurdjevic. Sicuro anche nella ripresa su Pardo e Odjidja. Bravo in uscita. Il palo nel finale lo salva, regalandogli il clean sheet.
Mattia DE SCIGLIO 6,5 – Attento e concentrato. Due belle chiusure in diagonale. In crescita costante.
Champions League
Cuadrado-Bernardeschi: la Juventus vince in Grecia e si qualifica agli ottavi di finale
05/12/2017 A 19:04
Andrea BARZAGLI 6,5 – Lucido, anche nel chiudere gli sbagli altrui. Di testa impeccabile, tiene alta la linea. Barzagli c’è. (Dal 70 RUGANI 5,5 – Entra nel finale, si perde Nabouhane che centra il palo. Un po’ addormentato)
Mehdi BENATIA 6 – Un’amnesia in uscita nel primo tempo, un fallo tattico a prendersi il giallo nella ripresa. Prima e dopo alcuni interventi in anticipo dei suoi e diversi duelli vinti.
ALEX SANDRO 6 – L’assist per Cuadrado, ma non solo. Discese, cross e allunghi nella prima mezz’ora. A tratti il vero Alex Sandro. Ma Odjidja a destra è un osso duro, lui cala e nel secondo tempo sbaglia tanto anche in impostazione. E quando perde certezze, rischia sempre di fare figuracce.
Sami KHEDIRA 5,5 – Altro giocatore della Juventus tutt’altro che in forma. Ci mette sempre il fisico, ma le gambe sono lente e i pensieri pure.
Blaise MATUIDI 6,5 – Il solito leone. È lui ad avviare l’azione dell’1-0 bianconero, è lui a ricucire quando la Juventus si strappa in due tronconi. Fondamentale.
Juan CUADRADO 6,5 – Altro gol pesante. L’uomo di Allegri non tradisce. Tira e crossa, alleggerisce. Gli si può perdonare qualche imprecisione nel palleggio e qualche testarda azione solitaria. (Dall’84’ BERNARDESCHI 7 - Entra, impegna Proto e segna un gran gol. Il tutto in meno di 10 minuti. L'emblema del "Farsi trovare pronto")
Paulo DYBALA 5 – Niente da fare. Serata anonima, un tiro parato e pochi guizzi dei suoi. Chiude il girone di Champions senza gol o assist. Se la Juventus vuole fare strada in Europa, serve un altro Dybala. (Dal 63’ PJANIC 5,5 – Non è al top e si vede. Ha buone idee, ma la forma non lo asseconda. Un paio di aperture facili sbagliate. Non da lui. Entra per mettere ordine, ma crea confusione)
DOUGLAS COSTA 6 – Fiammate e accelerazioni ne confermano l’ottimo stato di forma. Il problema è che si accende e si spegne come un interruttore. Va e non va. Cercasi continuità.
Gonzalo HIGUAIN 5,5 – Poco servito e, quando gli capita, spalle alla porta. Così può fare poco.
ALL. Massimiliano ALLEGRI 6,5 – La Juventus non gioca una grande partita, ma centra un successo importante, si qualifica e, al netto della sbandata iniziale di Barcellona, può dirsi comunque soddisfatta. Da ora in poi bisogna aumentare qualità e anche dinamismo. Ma lui, qualificato agli ottavi per l’ottava volta consecutiva, lo sa bene e a marzo presenterà la miglior Juventus possibile.

Higuain, Cuadrado - Olympiacos-Juventus, Champions League 2017/18

Credit Foto LaPresse

===Le pagelle dell’OLYMPIAKOS===

PROTO 6,5; ELABDELLAOUI 6, NIKOLAOU 5,5, ENGELS 6,5, KOUTRIS 5; ROMAO 6, TACHTSIDIS 6; FELIPE PARDO 6,5, ODJIDJA 6,5 (Dal 62’ FORTOUNIS 6), SEBÁ 5 (Dal 46’ MARIN 6); DJURDJEVIC 5 (Dal 71’ EL FARDOU BEN NABOUHANE 6). ALL. LEMONIS 6
Serie A
Juve-Lazio, 5 verità: Chiesa un 2021 da top player, Morata conta
15 ORE FA
Serie A
Pirlo: "Kulusevski? La Juventus è diversa dal Parma"
IERI A 22:30