Dopo le forti ripercussioni sulla diffusione del contagio causati dalla sfida degli ottiavi della Champions 19/20 contro il Valencia, non volevamo assistere ancora a queste scene. Nel pre-partita, della sfida persa per 1-0 contro il Real Madrid, i tifosi dell’Atalanta si sono radunati in massa all’esterno dello stadio della Dea per sostenere con cori e fumogeni i propri giocatori.

La scena non è piaciuta al sindaco Giorgio Gori che ha commentato l’episodio così:
"Io capisco il tifo, ma assembrarsi a migliaia è semplicemente da irresponsabili. Ieri sera, vedendo le immagini che arrivavano dai dintorni del Gewiss Stadium, non ho potuto non pensare ad Atalanta-Valencia di un anno fa, con ciò che ha comportato. Solo che allora eravamo del tutto inconsapevoli del rischio che stavamo correndo mentre adesso è impossibile ignorarlo. Non c'è Real Madrid che tenga".
Liga
Real-Barça, 5 verità: dopo Lewandowski, c'è Benzema
9 ORE FA



ADESSO SANZIONI PER I COLPEVOLI

“La stessa Atalanta aveva chiesto di rimanere a casa, a dimostrazione del fatto che in questo momento ci sono cose più importanti del sostegno alla squadra. Non è stata ascoltata, né era immaginabile che le forze dell'ordine, pure presenti, sciogliessero - come? - l'assembramento di migliaia di persone. A questo punto spero che fiocchino le sanzioni, forse l'unico modo per ribadire che le regole esistono per essere rispettate", ha aggiunto il primo cittadino di Bergamo Gori.

Gasperini: "Certi episodi accadono anche col Var"

Liga
Real-Barcellona 2-1, pagelle: Benzema da Pallone d'Oro
20 ORE FA
Liga
Uno splendido Clásico va al Real: 2-1 al Barcellona
UN GIORNO FA