“La finale perfetta, il finale perfetto”. Ha scelto questa frase per riassumere la serata da cuori forti al Mapei Stadium con la Juventus. Gigi Buffon, alla sua ultima recita con la Juventus, saluta il club con cui è assurto a leggenda incontrasta del ruolo sollevando l’ennesimo trofeo di una carriera irripetibile. Il sipario perfetto ma a 43 anni, Buffon non si sente ancora pronto per la pensione e, dopo averlo accennato sette giorni fa sempre in questo stadio dopo il 3-1 col Sassuolo, lo esplicita ai microfoni di Rai Sport anche dopo questa finale vinta che gli consegna la sesta Coppa Italia della carriera.
"Finire in questo modo è un qualcosa che mi inorgoglisce. Ho condiviso tante avventure coi miei compagni, è stata davvero la ciliegina sulla torta! Assurdo lasciare la Juve? Tutto il mondo Juve sarà sempre una parte della mia vita. Non è per questo finale che cambierà qualcosa, penso di aver dato tanto amore, professionalità, coraggio e di questo ne vado fiero. Poi tutte le cose devono finire, ho 43 anni e a 43 anni uno deve fare anche delle scelte che possono sembrare impopolari e strane. Se sono arrivato fino a 43 anni così è perché quel pizzico di follia e pazzia mi hanno permesso di non mettermi limiti. Io sono felice quando sogno e riesco ad autoalimentarmi con nuovi sogni e progetti. Nella mia vita, più dei trofei, è stato importante viaggiare e battermi. E ne ho ancora bisogno. Potrei anche pensare di smettere, perché sono felice e appagato. Ma se c'è qualcuno più folle di me che mi contatta e mi fa immaginare qualcosa di grandioso io lo seguo perché la vita è questo".

Gigi Buffon portato in trionfo dopo la vittoria della Coppa Italia, Atalanta-Juventus, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Coppa Italia
Gasp: "Su Pessina era rigore ma mi rode più finale persa nel 2019"
19/05/2021 A 22:13
Il sesto mondiale con l'Italia è un obiettivo? Guardiamo come arriverò a novembre 2022... Per l'orgoglio che ho, non mi aspetto né voglio regali. Io voglio arrivare a quel 2022 pensando di essere ancora forte

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata

"Ho avuto tanti contatti. Mondiale 2022 con l’Italia? Se sarò in forma..."

"Partire dalla Serie C? La vita è bella, va vissuta. Perché no? Ho chiesto sempre tantissimo a me stesso, di conseguenza ancora adesso, finché ho la presunzione di essere un portiere importante, non mi pongo limiti. Ho avuto tanti contatti in questo periodo e sto analizzando le proposte ricevute. Quella che reputerò più stimolante, e quando troverò un folle più folle di me, lo seguirò. Ultimamente mi è arrivato un messaggio da un dirigente che in quanto a follia e ambizione potrebbe superarmi e a me piacciono quelle persone. Mi sento ancora forte, se trovo una situazione che mi piace e mi stimola a dovere penso di essere ancora un portiere molto forte. Il sesto mondiale con l’Italia? Guardiamo come arriverò a novembre 2022... Per l'orgoglio che ho, non mi aspetto né voglio regali. Se qualcuno pensa io sia ancora affidabile bene, altrimenti resto a casa. Io voglio arrivare a quel 2022 pensando di essere ancora forte, poi se non mi chiamano lo capisco perché poi ogni ct ha il suo gruppo”.

Buffon, addio Juve: una storia d'amore lunga 20 anni

Coppa Italia
Pirlo: "Mi riconfermerei, amo allenare e amo la Juventus"
19/05/2021 A 21:55
Coppa Italia
Buffon, addio con festa e record: 6ª Coppa Italia e 22° trofeo
19/05/2021 A 21:35