Milan-Manchester United, match valido per il ritorno degli ottavi di Europa League 2020-21 e andato in scena a San Siro, si è concluso sul punteggio di 1-0 per la formazione inglese allenata a Ole Gunnar Solskjaer. La gara è stata arbitrata dal tedesco Felix Brych. Con questo risultato i Red Devils si qualificano ai quarti di finale, finisce invece l'avventura europea dei rossoneri di Stefano Pioli. A decidere il match di San Siro è un gol di Pogba al 48'. All'andata a Old Trafford il match era terminato 1-1. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match.

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Europa League
Pogba elimina il Milan: 0-1 United, che vola ai quarti
18/03/2021 A 19:31
Champions League, classifiche e risultati gironi | Europa League, classifiche e risultati gironi

Le pagelle del Milan

Gianluigi DONNARUMMA 6 - Sul gol di Pogba può fare ben poco, la finta del francese lo mette fuori causa. Per il resto non deve effettuare grandi parate. Attento nelle uscite alte.
Pierre KALULU 6 - Sulla destra gode di spazi invitanti e prova a sfruttarli spingendo con continuità. Qualche imprecisione negli appoggi ma buona personalità. Non demerita.
dal 65' Diogo DALOT 6 - Approccia la partita con grinta e mettendoci la cattiveria giusta. Tenta anche qualche accelerazione.
Fikayo TOMORI 7 - Fa valere la sua fisicità e la sua rapidità: prodigioso un recupero su James nel primo tempo. Concentrato fino alla fine, non si fa mai saltare nell'uno contro uno.
Simon KJAER 6,5 - Legge benissimo le situazioni più complicate e risulta uno dei migliori tra i rossoneri. Spende il cartellino gialolo nel finale quando viene saltato di netto da Fred.
Theo HERNANDEZ 5,5 - Serata complicata, James lo mette in difficoltà e lui sbaglia diversi palloni in uscita. Meno presente del solito in fase offensiva.
Soualiho MEITÉ 4,5 - Imperdonabile l'errore sul gol di Pogba. Quella palla va spazzata con decisione: la sua indecisione è grave e determina il risultato.
Franck KESSIÉ 6,5 - Presenza fisica importante in mezzo al campo. I palloni passano tutti da lui, nel finale prova a dare la scossa con un paio di inserimenti.
Alexis SAELEMAEKERS 6 - Gamba frizzantina, corre senza sosta sull'out destro facendo entrambe le fasi. Buon primo tempo, cala un po' nella ripresa.
Hakan CALHANOGLU 5 - Svaria sulla trequarti, gioca tantissimi palloni non sempre con la necesaria lucidità. Ancora lontano dalla migliore condizione, in evidente calo. Unico guizzo degno di nota il cross per l'incornata di Ibrahimovic, davvero troppo poco.
Rade KRUNIC 6 - Svolge un lavoro prevalentemente di copertura, davanti si vede pochissimo ma nel finale di primo tempo spreca una palla gol non impossibile.
dal 72' Brahim DIAZ 5 - Entra nella fase più calda del match e non lascia il segno, impalpabile.
Samu CASTILLEJO 5 - Dovrebbe rappresentare il punto di riferimento offensivo, non proprio il suo ruolo. Troppo leggero, tocca pochissimi palloni e viene neutralizzato senza problemi dalla difesa dello United.
dal 65' Zlatan IBRAHIMOVIC 6 - Sfiora l'1-1 con un'incornata a colpo sicuro che mette a dura prova i riflessi di Henderson ed è questa la migliore occasione per il Milan nella ripresa.
All.: Stefano PIOLI 6 - Costretto a giocare con Castillejo centravanti, fa quel che può e alla fine dei conti viene penalizzato da un grave errore di un singolo (Meité). Qualificazione decisa dagli episodi, passa il Manchester United ma in 180 minuti non si è vista tutta questa differenza tra le due squadre.

Meïté a duello con Wan-Bissaka durante Milan-Manchester United - Europa League 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Le pagelle del Manchester United

Dean HENDERSON 6,5 - Sollecitato da un destro di Saelemaekers nel primo tempo, se la cava nonostante uno stile non impeccabile. Decisivo su Ibrahimovic nel finale.
Aaron WAN-BISSAKA 6,5 - Dietro non corre rischi anche perché il binario Krunic-Hernandez non lo impensierisce più di tanto. Anzi, è lui a giocare da ala aggiunta. Fisicamente straripante.
Victor LINDELOF 6,5 - Serata tutto sommato tranquilla, gara senza particolari sbavature. Castillejo non lo impensierisce, sugli inserimenti da dietro si fa trovare sempre pronto.
Harry MAGUIRE 7 - Sempre ben posizionato, non si fa mai sorprendere dagli attaccanti del Milan e dirige il reparto con buona personalità.
Luke SHAW 6 - Gioca in costante proiezione offensiva. Bel duello con Kalulu, finito sostanzialmente in parità. Sovrastato nel finale da Ibrahimovic, ma Henderson rimedia.
Scott MCTOMINAY 6 - In quel ruolo servirebbe maggiore qualità allo United, ma lo scozzese si rivela utile soprattutto nel finale con il suo lavoro di interdizione.
FRED 6 - Nel primo tempo non trova le misure e va spesso in apnea. Emerge alla distanza e nel finale il suo lavoro di rottura si rivela prezioso.
Mason GREENWOOD 5 - Inizia la partita da centravanti, poi si trasforma in esterno alto senza incidere né in un ruolo né nell'altro.
Bruno FERNANDES 5,5 - Primo tempo decisamente anonimo, senza guizzi. Cresce nella seconda parte di gara, ma non gioca ai suoi livelli abituali.
Daniel JAMES 6,5 - Uno dei più intraprendenti e vivaci tra i Red Devils, la sua velocità crea non poche preoccupazioni a Theo Hernandez.
Marcus RASHFORD 5 - Assente nel match d'andata, era il giocatore più atteso dello United. Tradisce le attese, complice anche una deficitaria condizione fisica: viene murato puntualmente dai difensori del Milan ed esce all'intervallo.
dal 46' Paul POGBA 7,5 - Entra e ci mette tre minuti a lasciare il segno con una zampata da rapace dell'area di rigore a sfruttare l'indecisione di Meité. Nel finale sfiora il raddoppio di testa. Il suo ingresso cambia la partita.
All.: Ole Gunnar SOLSKJAER 6 - Conquista i quarti di finale con grande sofferenza. Lo United tra andata e ritorno non ha certo dimostrato di essere superiore al Milan. Viene salvato dalla classe di Pogba.

Pioli: "Il calcio italiano in Europa è indietro su tutto"

Serie A
Ibra: “Io al ristorante? Non ero a pranzo ma a un meeting”
2 ORE FA
Calcio
Higuain: "Pelato e grasso? A Miami non mi giudicano"
6 ORE FA