=== Fiorentina ===

Ciprian TATARUSANU 6 – Subisce 4 gol e non ha colpe evidenti. Non deve compiere parate quindi raccoglie il pallone in rete dopo essere stato suo malgrado uno spettatore.
Nenad TOMOVIC 5,5 – Esce per un problema fisico a inizio ripresa. Nel primo tempo mostra delle incertezze con i compagni di reparto (dal 54’ Carlos SALCEDO 6,5 – Entra e confeziona un assist per Babacar: il compagno è in leggero fuorigioco ma l’assistente non se ne avvede).
Serie A
Inter allo sbando: la Fiorentina la ribalta e vince, 5-4 pazzesco
22/04/2017 A 18:03
Carlos SANCHEZ 5 – In marcatura su Icardi viene sempre punito. Rimandato.
Davide ASTORI 6,5 – Non irreprensibile dietro, ma ribalta l’inerzia della gara con la capocciata del 2-2. Da quel momento prende fiducia.
Cristian TELLO 5 – Un fantasma sulla fascia destra viola. Non incide mai (dall’82’ Sebastián CRISTOFORO s.v.).
Milan BADELJ 6,5 - Positivo nelle due fasi: la Fiorentina vince la gara a centrocampo e il croato è fondamentale.
Matias VECINO 7,5 - Una doppietta d’autore. S’inserisce, tira da fuori, sfrutta le praterie nerazzurre e colpisce. Talento e praticità: indomabile.
Hrvoje MILIC 6 – Luci e ombre. Sforna un assist per l’1-0 di Vecino, ma poi viene messo a sedere da Candreva sull’1-1. Si rende utile e macina chilometri risultando molto più utile di Tello.
Federico BERNARDESCHI 5 – Contro la sua principale pretendente non si accende mai. Prova a battere Handanovic con un cucchiaio dal dischetto: la scelta si rivela sbagliata. Chiede scusa al pubblico al momento della sostituzione (dal 58’ Josip ILICIC 5,5 – Non partecipa alla festa. Un po’ indolente).
BORJA VALERO 6,5 – Da vero capitano impegna Handanovic in svariate occasioni. Meriterebbe il gol, ma lo sloveno è insuperabile (almeno per lui).
Khouma el BABACAR 7 – Una doppietta e una conferma: contro l’Inter è implacabile. Uomo d’area, ringrazia Medel e compagni per gli spazi regalati e si procura un rigore furbo.
All. PAULO SOUSA 6,5 - Senza Gonzalo Rodriguez e Kalinic ottiene tre punti di speranza per l’Europa e la rivincita dopo l’andata di San Siro. Ci sono molti problemi difensivi, ma la Fiorentina è una squadra che sul piano del gioco può mettere sotto quasi tutti.
***

2017, Samir Handanovic, Mauro Icardi, Fiorentina-Inter, Getty Images

Credit Foto Getty Images

=== Inter ===

Samir HANDANOVIC 7 – Cosa deve fare di più? Evita quattro gol, para un rigore ma ne incassa cinque. Dovrebbe prendere e andarsene per la desolazione che ha davanti. Abbandonato.
Danilo D’AMBROSIO 5 – Milic e Borja Valero lo fanno impazzire. La trattenuta su Babacar è blanda ma evitabile.
Gary MEDEL 4,5 – Non è un centrale e in queste partite si vede. Lascia tempo e spazio a Babacar, fisicamente paga dazio. Non ci siamo.
MIRANDA 5 - Sfiora un autogol evitato da Handanovic, balla dall’inizio alla fine.
Yuto NAGATOMO 5 – Il rigore nasce da un suo colpo di testa completamente sbagliato: era solo. Arrivederci (dal 73’ EDER 5 – Entra e tira una punizione dal limite sulla barriera).
Roberto GAGLIARDINI 4,5 – L’uno-due con Joao Mario sul gol dell’1-2 è l’unica nota positiva. Con Kondogbia lo schermo difensivo salta regolarmente e l’Inter viene travolta. Distratto sui primi due gol subiti.
Geoffrey KONDOGBIA 4 - Già dai primi minuti sembra in affanno. Commette una serie spropositata di falli e ricade nei vecchi errori. Una frana (dal 76’ Marcelo BROZOVIC 6 – Dal suo piede nasce il gol di testa di Icardi).
Antonio CANDREVA 6 - Un assist d’oro per Perisic e un primo tempo di livello. Nella ripresa cala come tutti gli altri.
JOAO MARIO 5,5 – Un’imbeccata per Icardi in verticale non basta perché perde tanti palloni banali ed è impreciso.

2017, Ivan Perisic, Inter, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Ivan PERISIC 6,5 – Un gol e tante iniziative nella prima frazione, in cui sembra incontenibile. Poi cala il buio e si perde nei secondi 45 minuti.
Mauro ICARDI 6,5 - 24 gol in campionato, di cui otto in trasferta. Rompe il digiuno fuori casa, unica consolazione. Portarsi a casa il pallone dopo una tripletta inutile è quantomeno beffardo.
All. Stefano PIOLI 4 – La squadra lo ha scaricato o non è interessata all’Europa League (ordini dall’alto per le tournée già programmate?). Secondo tempo indegno.

Pennellata all'incrocio: favolosa punizione di Sebastian Giovinco

Ligue 1
Galtier: "Icardi è di troppo, trovi un club dove esprimere le sue qualità"
IERI A 13:48
Ligue 1
La parabola di Icardi: rischia di finire fra i dilettanti
11/08/2022 A 10:45