Mancano due giorni al ritorno in campo della Sampdoria dopo il lungo stop del campionato per la pandemia di coronavirus: la squadra di Claudio Ranieri affronterà l'Inter nel recupero di domenica 21 giugno e la Roma tre giorni dopo, una ripresa di fuoco considerando anche la situazione psico-fisica in cui è ripartita la squadra dopo i tanti casi di positività riscontrati negli scorsi mesi. Parlando al Corriere dello Sport, il tecnico doriano ha nuovamente sottolineato l'atipicità della situazione in cui si trova a gestire il gruppo in questo momento.
Ci aspettano due mesi intensissimi, ma la Sampdoria è stata una delle squadre più colpite dal virus: vedo questi ragazzi che fanno più fatica di altri a recuperare, prima non era così. Sarà un campionato falsato, anomalo, che deve finire per cause di forza maggiore. Giocare senza tifosi sarà terribile, perché il pubblico, in una partita di calcio, è tutto. Spero che presto la gente possa tornare allo stadio, anche perché noi abbiamo un impianto come Marassi dove i tifosi sono a contatto con il campo e si fanno sentire.

L'importanza delle cinque sostituzioni

Serie A
Ranieri: "Senza tifosi calcio non è calcio. Le 5 sostituzioni ci aiuteranno a finire il campionato"
24/05/2020 A 08:21
In una situazione complicata come questa, le cinque sostituzioni sono un accorgimento utile per aiutare a bilanciare meglio le forze fisiche.
"La Sampdoria ha una rosa che mi permette di poter ruotare tutti i giocatori, perché non posso far giocare ogni tre giorni la stessa squadra. Grazie alle cinque sostituzioni posso dare anche minuti di riposo, poi vedremo chi recupererà meglio nelle prossime partite. Abbiamo comunque un organico importante che mi lascia fiducioso".

Una lotta fino alla fine per la salvezza

Quintultima con un punto di vantaggio sulla zona retrocessione, per la Sampdoria ogni partita sarà di importanza capitale per conservare la categoria.
"Dovremo faticare per raggiungere la salvezza, così come abbiamo dovuto faticare in precedenza per uscire dalla zona rossa. Sapevamo di dover lottare partita dopo partita e sarà così anche adesso, fino alla fine".

5 cambi, proteste a distanza, spogliatoi divisi: ecco come la Serie A ripartirà dal 20 giugno

Serie A
Ranieri: "Prima del calcio riparta il Paese. I tamponi servono più ai cittadini che a noi"
22/04/2020 A 08:01
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (19/08)
19/08/2021 A 20:08