Inter-Roma, match della 36esima giornata di Serie A che si è giocato allo stadio San Siro, si è concluso con il punteggio di 3-1. A segno Brozovic, Vecino, Mkhitaryan e Lukaku. Gara arbitrata da Chiffi, in virtù di questo risultato gli uomini di Antonio Conte continuano la marcia nononstante la vittoria dello scudetto, mentre la formazione di Fonseca resta a +2 dal Sassuolo. Vediamo i voti dei protagonisti del match.
Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata

Le pagelle dell'Inter

Calciomercato 2020-2021
Pellegrini tentato da Fonseca; Napoli, arriva Emerson
8 ORE FA
Ionut RADU 6 – In occasione del gol di Mkhitaryan non è perfetto, ma nella ripresa si riscatta proteggendo bene la porta nerazzurra.
Danilo D’AMBROSIO 6,5 – Solita prestazione solida da parte dell’ex Torino, che spesso si trova anche proiettato in avanti anche se non sempre è preciso dalla trequarti in avanti. Qualche grande salvataggio dietro.
Andrea RANOCCHIA 6,5 – Tiene tutto sommato bene Dzeko, soffre un po’ i piccoletti Pedro e Mkhitaryan. Ma porta a casa un’altra prestazione seria ed estremamente professionale: nel finale salvataggio decisivo su El Shaarawy.
Milan SKRINIAR 6 – Gioca su quel centrosinistra che l’anno scorso gli aveva dato diversi problemi: promosso. Chiaramente rimane più abbottonato di D’Ambrosio.
Matteo DARMIAN 6,5 – Nel primo tempo è scatenato: dai suoi piedi nasce il gol di Brozovic ed è più volte coinvolto nelle azioni offensive dell’Inter. Nella ripresa è attento a tenere la linea, anche quando si sposta a sinistra. (Dal 77’ Ashley YOUNG S.V.)
Nicolò BARELLA 6,5 – Morde come sempre ed è bravo a lanciare immediatamente Lukaku in contropiede, come in occasione del gol di Vecino.
Marcelo BROZOVIC 7 – Il croato ha ufficialmente mille polmoni. Prestazione totale dell’ex Dinamo Zagabria, che sblocca il match con un colpo da biliardo ed è ovunque in fase di non possesso.
Matias VECINO 6,5 – Seconda maglia da titolare consecutiva e primo gol in stagione. Tanti inserimenti e un paio di occasioni: risposte positive. (Dal 59’ Stefano SENSI 6 – Qualche lampo, ma isolato: non incide).
Ivan PERISIC 6 – Spicca di più per quanto fa vedere dietro rispetto alla fase offensiva. Da una parte è attento, dall’altra è impreciso con scelte discutibili. (Dal 59’ Achraf HAKIMI 7 – Il suo ingresso rivitalizza l’Inter: occasione e assist per Lukaku).
Romelu LUKAKU 7,5 – Passa sempre tutto dal belga: assist per Vecino, gol nel finale e tanto, tanto lavoro per i compagni. Dopo cinque partite a secco, il belga si sblocca: insaziabile, come il suo allenatore.
Alexis SANCHEZ 6,5 – Esce anzitempo per un problema alla caviglia: sta in campo poco più di mezz’ora e gioca con qualità, con tanto di tacco spaziale per regalare un’occasione e Vecino. (Dal 35’ Lautaro MARTINEZ 5 - Nei primi minuti gioca con un buon piglio, poi sparisce dalla partita. Il battibecco con Conte è una brutta scena, considerando il momento dell'Inter. Dal 77’ Andrea PINAMONTI S.V.)
All. Antonio CONTE 7 - L'Inter non è sazia ed è merito esclusivamente del martello in panchina, a cui mancava solo la Roma tra le squadre affrontate e battute dal suo ritorno in Italia. Altro record.

Esultanza Inter | Serie A 20-21

Credit Foto Getty Images

Le pagelle della Roma

Daniel FUZATO 6 – Non può molto in occasione del gol dell’Inter e compie qualche buon intervento, soprattutto nel primo tempo.
Rick KARSDORP 7 – E’ instancabile sulla fascia destra, sempre presente sia in spinta sia dietro. Da lui partono alcuni dei principali pericoli per la difesa dell’Inter. (88’ Bruno PERES S.V.)
Gianluca MANCINI 5,5 – Brutto errore in occasione del gol di Vecino: esce male e si gira, ingenuità da matita rossa anche nelle scuole calcio. Qualche buona chiusura, ma anche imprecisioni in uscita.
Marash KUMBULLA 6 – Ha l’arduo compito di provare ad arginare Lukaku e per grandi tratti della partita tiene botta.
Davide SANTON 5 – Serata no per l’ex della partita: inizia perdendo qualche pallone di troppo, prosegue perdendosi gli uomini anche a causa di qualche scivolone sul terreno di gioco. Il giallo prematuro condiziona il resto della sua prova.
Ebrima DARBOE 6,5 – Che personalità. Ci mette sempre il fisico senza paura e ha delle intuizioni molto interessanti in impostazione. Le note negative sono il giallo prematuro e una sanguinosa palla persa nel finale. Ma i segnali continuano a essere positivi. (Dal 88’ Carles PEREZ S.V.)
Bryan CRISTANTE 6 – Cresce nell’arco del match: l’avvio è complicato, con tanti errori in impostazione. Il lavoro in copertura gli permette di carburare, nella ripresa si rende più volte pericoloso. (Dal 77’ Gonzalo VILLAR S.V.)
PEDRO 5,5 – Ha una buona occasione in contropiede in avvio, con una conclusione strozzata dal limite. Non riesce a incidere. (Dal 46’ Stephan EL SHAARAWY 6,5 – Entra bene in campo, mandando spesso in porta i compagni e provando a incidere).
Lorenzo PELLEGRINI 5,5 – Alterna giocate interessanti tra le linee a qualche errore di troppo. Prestazione discreta, anche se da lui ci si aspetta sempre il massimo.
Henrikh MKHITARYAN 6,5 – Il più ispirato del terzetto titolare alle spalle di Dzeko: bel gol e tanti buoni spunti, soprattutto nel secondo tempo.
Edin DZEKO 6 – Pur non giocando una partita straordinaria, entra nelle giocate più importanti della Roma: grande palla per il gol di Mkhitaryan e palo pieno nella ripresa, sul 2-1.
All. Paulo FONSECA 5,5 - Continua a fare il suo lavoro con professionalità nonostante un futuro già deciso. Ma non basta per portare via punti da San Siro.

Superlega: cronistoria di un progetto naufragato in 48 ore

Calciomercato 2020-2021
Rafa Silva, l'esterno che ha ispirato CR7 e salvato il Portogallo
14 ORE FA
Serie A
Lukaku: "Inter squadra di fratelli, orgoglioso di giocare qui"
IERI A 13:55